Un successo la IV edizione “Secondi a nessuno”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SecondiPatrizia Neroni

ACQUAVIVA PICENA – Ad Acquaviva Picena domenica 3 luglio si è concluso l’evento “Secondi a nessuno”, festival della cucina rurale. Nelle tre serate dell’ 1, 2 e 3 luglio, grande è stata la presenza di quanti hanno voluto partecipare alla valorizzazione dei secondi piatti della cucina tradizionale del territorio. Piatti tutti preparati esclusivamente da prodotti coltivati localmente e da animali allevati sul territorio circostante, questa la particolarità dell’evento organizzato dal “Laboratorio Terraviva” di Acquaviva in collaborazione con il comune di Acquaviva Picena, Monteprandone e Monsampolo del Tronto

Il teatro della manifestazione è stata la maestosa Fortezza Medievale, dove la cena è stata servita su tavoli raffinatamente apparecchiati per l’occasione. Nella serata di domenica si è potuta assaggiare una particolare bevanda “Il Balsamo dell’Amore”.
Un convegno dal tema “Dal Territorio ai Territori” ha arricchito “Secondi a nessuno”. Il convegno si è svolto sabato 2 luglio all’Auditorium “San Giacomo della Marca” della Banca Picena Truentina. Al convegno hanno partecipato molte autorità civili, politiche e religiose. Mattioli presidente della BCC, D’Erasmo presidente della Provincia di Ascoli Piceno, Rosetti sindaco di Acquaviva, Stracci sindaco di Monteprandone, Caioni sindaco di Monsampolo del Tronto, Gaetani presidente associazione Laboratorio Terraviva,Sciarra professore sociologo e membro dell’Accademia delle Scienze, prof. Giordano docente di Scienze dell’Alimentazione, Marchetti presidente vini Moncaro, Tomassone presidente Zafferano Piceno, On. Agostini Segretario Commissione Agricoltura Camera dei Deputati, dott. Di Stefano, vescovo Gervasio Gestori, presidente CO.RE.COM. Marche Colonnella, l’Amm.ne Comunale di Acquaviva Picena e i rappresentanti dei comuni limitrofi, cav. Gaetani presidente “Palio del Duca”.
Tutte le autorità nei loro interventi hanno ricordato ai presenti quanto sia importante salvaguardare le tradizioni alimentari e non, dei singoli luoghi. Hanno sottolineato che insieme si è più ricchi. Importante unire le forze per difendere la propria identità e per migliorare. L’avvento di alcune nuove tecnologie e mercati possono danneggiare il territorio e le coltivazioni, tutto questo a discapito dell’essere umano e della propria cultura e del proprio territorio. Tutti hanno espresso quindi, il desiderio di voler lavorare insieme.
Durante la manifestazione, Gaetani presidente di Terraviva ha premiato con “La Crolla d’Oro” il cuoco Parisi, noto anche in tv. Gaetani ha ricordato ai presenti tutte le motivazioni per le quali il cuoco ha ricevuto questo riconoscimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *