Vatileaks 2: le richieste del Promotore di Giustizia, quattro condanne e un’assoluzione

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

vatileaksQuattro condanne e un’assoluzione. Queste le richieste dei Promotore di Giustizia del Vaticano al cosiddetto processo Vatileaks 2, per la divulgazione di notizie e documenti riservati. La nota del direttore della sala stampa vaticana padre Lombardi è riportata da Radio Vaticana. “Oggi, lunedì 4 luglio, con inizio alle ore 15.40, presso l’Aula del Tribunale dello Stato della Città del Vaticano si è avviata la fase conclusiva del processo in corso per la divulgazione di notizie e documenti riservati. Erano presenti, oltre al Collegio giudicante (i proff. Giuseppe Dalla Torre, Piero Antonio Bonnet, Paolo Papanti-Pellettier e Venerando Marano) e al Promotore di Giustizia (proff. Giampiero Milano e Roberto Zannotti), tutti gli imputati: Angel Lucio Vallejo Balda, Francesca Immacolata Chaouqui, Nicola Maio, Gianluigi Nuzzi ed Emiliano Fittipaldi. Erano presenti tutti e cinque gli avvocati: Emanuela Bellardini, Laura Sgrò, Rita Claudia Baffioni, Lucia Teresa Musso e Roberto Palombi. L’Udienza è stata interamente dedicata alla requisitoria del Promotore di Giustizia. Le conclusioni illustrate dai due Promotori hanno portato a richieste di condanna per il reato di associazione criminale – limitatamente a Vallejo Balda, Chaouqui e Maio – indirizzata alla rivelazione di notizie e documenti riguardanti interessi fondamentali dello Stato (artt.248 e 116-bis cod. pen.), mentre i giornalisti erano accusati per concorso nella divulgazione di documenti attraverso la pubblicazione dei libri Avarizia (Fittipaldi) e Via Crucis (Nuzzi)”. La nota cpntinua elencando le pene richieste: ” Per Mons. Vallejo Balda è stata richiesta la condanna ad anni tre e mesi uno di reclusione. Per la Dott.ssa Chaouqui, ritenuta ispiratrice e responsabile delle condotte contestate, sono stati richiesti anni tre e nove mesi di reclusione. Per il Dr Maio, in considerazione del limitato ruolo avuto nella vicenda, è stata chiesta la condanna ad anni uno e nove mesi di reclusione. Per i giornalisti si è ritenuto di differenziare, in ragione di quanto emerso dall’istruttoria e dalla fase dibattimentale, le due posizioni, concludendo con una richiesta di assoluzione per insufficienza di prove per Emiliano Fittipaldi e con una richiesta di condanna ad un anno di reclusione, con sospensione condizionale della pena, per Gianluigi Nuzzi”. L’Udienza, conclude la nota, “è terminata intorno alle 17.30. Gli interventi dei difensori degli imputati inizieranno domattina, martedì, alle 9.30 e continueranno mercoledì pomeriggio alle 15.30”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *