Hai un’idea? Si, ma che idea? L’idea giusta per il Concorso di idee del Mlac

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Hai un’idea?

Un’idea, sì. Un’idea che parta dal sogno di un futuro solidale, di pace, di vera inclusione, «quella che dà il lavoro dignitoso, libero, creativo, partecipativo e solidale»: ce lo dice anche papa Francesco, continuamente. Insomma, hai un’idea che metta insieme le persone, che renda protagonisti i giovani e gli adulti, che valorizzi i nostri fecondi territori, che generi una nuova cultura del lavoro: quello che “unge di dignità”, che sviluppa la capacità di progettare, che da forma ai sogni, che permette nuovi percorsi per realizzarli e ci ricorda che se il tempo è superiore allo spazio dobbiamo guardare avanti con speranza? Ebbene, se hai un’idea cosi c’è chi questa idea è pronto ad ascoltarla, c’è chi di queste idee si mette in ascolto, chi aiuta a iniziare processi: è il Movimento Lavoratori di Azione Cattolica con la proposta del Concorso di idee lavoro e pastorale “Gioia nel lavoro” (linkando troverete tutte le informazioni, il bando e i termini di partecipazione).

Concorso che si rinnova anche quest’anno per l’undicesima edizione, con la collaborazione dell’Ufficio Nazionale Cei per i problemi sociali e il lavoro, il Progetto Policoro e Caritas Italiana. Un’occasione per mettersi in movimento con un’idea progettuale che costruisca e faccia crescere alleanze, che educhi alla laboriosità, in contesti formativi e educativi, che promuova una cultura della solidarietà e dell’inclusione contro la cultura dello scarto, che valorizzi il proprio territorio rispettandolo. Ai progetti presentati ritenuti meritevoli, in palio contributi per la loro realizzazione.
Partecipare con un’idea progettuale è un’occasione per mettere in campo la progettazione sociale come strumento che aiuta il discernimento comunitario, capace cioè di guardare alla propria realtà, e la realizzazione di segni concreti dove vivere l’insegnamento della Dottrina Sociale della Chiesa. E pensare a una società diversa, difendere il lavoro e poter riscoprire e promuovere così anche la gioia nel lavoro, dove testimoniare la gioia del Vangelo.
La storia di questi dieci anni del Concorso di idee ci consegna tante esperienze e opportunità generate da tante idee che hanno partecipato Idee che sono diventate anche opportunità concrete di lavoro e di cambiamento nei territori.

L’Azione Cattolica e il Mlac della diocesi vi aspettano per condividere un’idea, e dare vita a processi per realizzare il bene comune. Dunque, coraggio, mettevi in moto, vistate il link al Concorso su segnalato, e ricordate che i progetti vanno inviati entro il 30 novembre 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *