Acquaviva, presentato il romanzo “I gabbiani non parlano”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

RomanzoACQUAVIVA PICENA – Ad Acquaviva Picena domenica 26 giugno alle ore 21:30 nella chiesa di san Rocco, in pieno centro storico, è stato presentato il libro d’esordio di Fania Pozielli “I gabbiani non parlano”. Evento promosso e organizzato dal Comune di Acquaviva Picena in collaborazione con l’Ass.ne “I luoghi della scrittura”.

Presente l’autrice, la moderatrice Crescenti e lo scrittore Marcantoni e la speaker Sebastiani, che hanno letto frammenti del libro. La Sebastiani ha anche interpretato “Nottate de lune”, canzone che racchiude la storia di un amore di un’epoca ormai trascorsa. Composizione questa, molto cara ai sambenedettesi.  All’interno della chiesa sono state esposte le tele di Maloni che insieme al libro hanno reso l’atmosfera ancora più marinara. L’assessore Rossi ha ringraziato l’autrice, i due lettori e la moderatrice. Ringraziando l’associazione ha ricordato le altre collaborazioni che ci sono state con Acquaviva e ha aggiunto che ce ne saranno altre. Si è poi complimentata con la Pozielli dicendo che il romanzo è già un capolavoro e le ha augurato di continuare la sua carriera come scrittrice. Il vice sindaco, dopo i ringraziamenti ha ricordato i saluti del sindaco che non è potuto essere presente , ha sottolineato poi che l’assessore Rossi è sempre stata attenta alle scelte letterarie e alle collaborazioni. Ha fatto i complimenti all’autrice del romanzo che ha definito molto bello. Ha aggiunto ai presenti che il libro racconta la storia di alcune donne, importante valorizzarne la figura e il rispetto soprattutto in questo periodo dove c’è molta violenza contro di esse. Il vice sindaco ha poi continuato dicendo che in un’epoca oramai completamente digitale è bello fermarsi un po’ a leggere dei libri e a discuterne il contenuto.

Il romanzo racchiude tutta la città di San Benedetto, i profumi: il mare e la sabbia, i colori: l’alba sul porto e le luci dei locali, i tanti luoghi e monumenti dove spicca su tutti il faro, luce che infonde sicurezza ai marinai, i tratti somatici tipici: luminosi occhi e capelli neri e tanto altro.

La vicenda è quella di una donna che tra crisi e difficoltà, trova la grinta per continuare il suo cammino nella vita. Romanzo da definire intrigante e coinvolgente.

Patrizia Neroni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *