“Strana… mente Artista” a tu per tu con Loris Ferretti

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Ferretti Ferretti2Di Carlo Gentili, leggi le precedenti interviste, clicca qui

DIOCESI – Proseguono le interviste curate da Carlo Gentili agli artisti del territorio. Quella che vi presentiamo oggi è stata realizzata a Loris Ferretti.

Loris, lavoro come Assistente Tecnico all’istituto Alberghiero V. Crocetti di Giulianova (TE)

Professione Cuoco diplomato nel 1975 all’istituto Alberghiero di San Benedetto del Tronto. F. Buscemi. Ho esercitato questa professione per circa 35 anni, adesso mi sto riposando un po’ ma la passione per la cucina rimane sempre in me. Ho lavorato nei migliori alberghi della riviera e devo dire che di soddisfazioni e riconoscimenti ne ho avuti tanti perché è un mestiere (arte) che mi permette di offrire agli altri, le mie conoscenze, il mio sapere , la mia creatività e poi la gratificazione paga il mio voler dare. Il mio interesse principale! chiamiamolo hobby : è la passione per la musica; scrivo canzoni dall’età di 12 anni, ne ho composte circa 140 tra cui due musical suiPellerossa Americani e sulla Vita dei manicomi del secolo corrente; in difesa degli emarginati, degli ultimi questo è un tema che mi prende  e mi trascina in un mondo oscuro di cui facciamo finta o non vogliamo sapere. Da circa 20 anni mi interesso di Liuteria chitarristica e costruisco chitarre per passione; non sono in vendita perché spero un domani di realizzare la chitarra classica perfetta, da potere regalare a mio figlio Daniele grande chitarrista.

Perché si crea?  Direi che la musica mi aiuta a sognare, costruire uno strumento e poi poterlo suonare è come sentire una parte di te che trova una nuova vita, che ti parla che ti è vicino, praticamente una tua creatura con cui riesci a dialogare e che non potrà mai tradirti; praticamente come un figlio.

Quale è stata la tua “scuola”? Costruisco chitarre da solo. Nessuno mi ha introdotto in questo mondo. Da buon autodidatta leggo libri, poi i vari video su internet  che oggi come oggi ci aiuta moto ad aprire il cervello ed a volte anche ad intasarlo. I giovani potrebbero appassionarsi facilmente a quest’arte! basterebbe invitarli a qualche seminario di liuteria, o magari venirmi a trovare al mio piccolo paese “ Montelparo” dove nei fine settimana mi ritiro, dove ho allestito il mio laboratorio di liuteria; dove insieme potremmo gustare della buona birra che io produco artigianalmente per ritrovarmi un po’ con i miei vecchi amici.

Le mie chitarre fanno parte delle mie canzoni e hanno una timbrica particolare, ma non sono mai soddisfatto di quello che realizzo, cerco sempre di migliorarmi.

Uno dei ricordi piu’ belli legato alla tua arte….  Uno dei ricordi più belli di questa passione è stato quando mio figlio Daniele ha suonato nei vari concerti che ha fatto, una delle mie chitarre; l’esclamazione è stata : ma allora suona per davvero questa mia chitarra e poi lui le fa parlare veramente.

Il tuo mondo di fantasia è popolato da …  Il mio mondo di fantasia è popolato da momenti ed esempi di umiltà, non saprei descriverlo! Se è un credo religioso oppure la mia indole, ma nella vita ho fatto sempre il tifo per la povera gente e ho raccontato le loro storie, le loro sconfitte, il dopoguerra, la fame. Sono argomenti che mi stanno a cuore e solo cantandoli, raccontandoli mi riempiono la vita.

Parlaci dei tuoi interessi, della tua arte.   La mia” chiamiamola “ arte”è veramente fondata sull’altruismo; amo regalare. A volte regalo dei miei dischi e non ricevo commenti, risposte,apprezzamenti; forse perché qualcuno non trova il tempo per ascoltare o perché non trova interesse; ci rimango male ed a volte ripenso a quella famosa frase di Benedetto Croce che disse: “Le poesie le scrivono i Poeti o i cretini”cosi Fabrizio de Andrè in una famosa intervista rispose: io non sono ne poeta ne cretino sono soltanto un cantautore che scrivo e me le canto: io sono dello stesso avviso.

Arte e cucina?  La cucina è musica! I piatti cantano, parlano, raccontano la nostra vita, la nostra storia. Tempo fa abbiamo organizzato nel nostro Istituto una serata di gala con dei piatti dedicati alle canzoni di Lucio Battisti, bèh devo raccontare che ad alcuni è sembrato di stare a cena veramente con Lucio.

Praticamente in quelle degustazioni abbiamo regalato il ricordo di Lucio Battisti .

Arte e spiritualità nelle tue creazioni artistiche.  Non saprei descrivere la mia arte o i miei interessi, certamente c’è qualcosa di spirituale di mistico perché penso che niente viene dal nulla, e qualche spirito guida da qualche parte mi appare e mi regala questa perenne fantasia che mi aiuta a vivere e soprattutto regalare ciò che faccio, agli altri. Amo stare nel sociale anche se la mia arte mi porta spesso ad isolarmi.

Il mio indirizzo E.mail per contatti è: loris.ferretti@libero.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *