“Rifiuti Zero”: un grande progetto per il Piceno

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

PROVINCIA – Costruire il Piano d’Ambito e disegnare il futuro del ciclo dei rifiuti sul nostro territorio all’insegna della sostenibilità, del rispetto dell’ambiente e dell’economicità: è questa la grande sfida raccolta dall’Ata insieme e in sinergia con tutti i sindaci del Piceno. Da evidenziare che molti Comuni del territorio provinciale hanno già superato la soglia del 65% di raccolta differenziata conseguendo un traguardo molto importante per le rispettive comunità e che possono essere colmati i ritardi di altri e potenziate buone prassi e percorsi virtuosi.

In questa prospettiva una straordinaria occasione di confronto, soprattutto per gli amministratori locali, per perseguire l’obiettivo “Rifiuti Zero” ossia ridurre al minimo costi e rifiuti nei 33 Comuni della provincia, sarà il convegno “Verso la strategia rifiuti zero”, organizzato dall’Ata Rifiuti in collaborazione con l’associazione “Zero Waste Italy” e “Marche a Rifiuti Zero”. L’appuntamento, che costituisce un contributo importante per l’elaborazione del Piano d’Ambito, vede il patrocinio della Provincia, della Regione Marche, l’adesione di Legambiente Marche, Italia Nostra, Libera e la partecipazione delle due società di servizio Picenambiente e Ascoli Servizi Comunali.

L’iniziativa si svolgerà sabato 11 giugno nella sala consiliare della Provincia di palazzo San Filippo con inizio alle ore 9 e vedrà il qualificato intervento di Rossano Ercolini, presidente dell’Associazione Zero Waste Europe da sempre impegnato nella battaglia per superare discariche ed inceneritori e fare del rifiuto una risorsa economica assolutamente rispettosa dell’ambiente. Un movimento che da protesta locale è diventato un modello nazionale per la raccolta ed il recupero dei rifiuti tanto che ad Ercolini è stato assegnato, nel 2013, il prestigioso Goldman Environmental Prize, il maggiore riconoscimento mondiale sui temi della sostenibilità e dell’ambientalismo, definito il nobel dell’ecologia con l’elogio del Presidente degli Stati Uniti Barack Obama alla Casa Bianca.

Il convengo si aprirà con i saluti istituzionali del presidente dell’Ata e della Provincia di Ascoli Piceno Paolo D’Erasmo, del sindaco di Ascoli Guido Castelli, della vice presidente della Regione Marche Anna Casini e dell’On. Luciano Agostini. Ad introdurre interventi ed esperienze sarà Luca Menghi, presidente Marche Rifiuti Zero e referente Waste Italy per le Marche. Matteo Terrani, assessore all’Ambiente del Comune di Folignano illustrerà l’esperienza di questo ente locale che ha raggiunto oltre l’80% di differenziata ed è il Comune che produce meno rifiuti nelle Marche. Quindi l’attesa relazione di Rossano Ercolini per poi proseguire con il dibattito dal tema “Verso il Piano d’Ambito: recupero, riuso, riciclo; il rifiuto come risorsa”. Le conclusioni saranno affidate all’assessore regionale all’Ambiente Angelo Sciapichetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *