Sventola la bandiera delle Olimpiadi dell’inglese del Piceno

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

BIMPROVINCIA – Si è conclusa la terza edizione provinciale delle “Olimpiadi dell’inglese” rivolta agli studenti del IV e V superiore di 1° grado dei comuni facenti parte del Bim Tronto, con la cerimonia di premiazione svoltasi questa mattina presso la Sala dei Savi del Palazzo dei Capitani di Ascoli Piceno.

Questo è il terzo anno consecutivo che nella nostra provincia si sono svolte le Olimpiadi della lingua inglese per promuovere e misurare le competenze linguistiche degli studenti piceni e premiare i migliori. L’interessante e originale iniziativa è stata promossa dal Centro Studi Alfieri, unico Centro Cambridge autorizzato in Provincia per il rilascio delle certificazioni della prestigiosa università inglese, in collaborazione con il Consorzio del Bacino Imbrifero del Tronto (Bim), che ha finanziato l’evento. Gli esami Cambridge ESOL sono riconosciuti da circa 13mila datori di lavoro, enti governativi, istituti di formazione e università, sono inoltre accreditati dagli uffici per l’immigrazione nel mondo.

La Certificazione linguistica è un attestato formale, con valore internazionale, del livello di conoscenza di una lingua, rilasciato da un ente certificatore riconosciuto: è quindi lo strumento di identificazione e di riconoscimento ufficiale delle competenze d’uso di una lingua straniera moderna, che stabilisce, in maniera pubblica e oggettiva, il livello di conoscenze e abilità relative ai “quattro punti cardinali” di una lingua: ascoltare, parlare, scrivere, leggere. La certificazione linguistica è utilizzata da chi, per motivi personali, di lavoro o di studio, necessita di una dichiarazione ufficiale e garantita della propria competenza in una determinata lingua.

“Da anni non si registrava una simile partecipazione a un progetto extrascolastico – ha dichiarato il Presidente del Bim Tronto Luigi Contisciani – hanno infatti aderito tutti licei e gli istituti superiori del territorio del Bim, che comprende ben 17 Comuni del Piceno. A oltre 2000 allievi è stata data la possibilità di partecipare alla coinvolgente gara linguistica: un aiuto concreto alle famiglie e alle scuole pubbliche, che in un momento di crisi sociale ed economica, non hanno sempre la possibilità di investire le necessarie risorse nella formazione dei giovani. Il BIM ha lo scopo di promuovere lo sviluppo economico, sociale e culturale della popolazione e per raggiungere questo obiettivo ha scelto di sostenere in via prioritaria le scuole pubbliche e paritarie di ogni ordine e grado, con progetti, borse di studio, corsi di formazione per docenti”.

Dopo varie selezioni alle semifinali sono arrivati in 80, vincendo così un corso di inglese di 20 ore con docenti madrelingua.

“Di questi 80 posti a disposizione, 45 sono stati riservati ai primi classificati nelle scuole tecniche e professionali, che hanno sostenuto l’Esame PET, altri 35 posti ai migliori studenti liceali che hanno affrontato l’esame FCE, più complesso e utile per il prosieguo degli studi universitari. Tutti gli 80 finalisti hanno usufruito gratuitamente delle certificazioni”. “È una grande soddisfazione e una profonda gratificazione lavorare con le scuole per cercare di innalzare la competenza linguistica dei nostri alunni – afferma Monia De Giorgis, responsabile del Centro Cambridge di Ascoli – ma è anche vero che se le idee non sono supportate da Enti sensibili a tale problematica, come il BIM Tronto, le nostre rimarrebbero solo idee. Ormai da anni il BIM è vicino alla formazione dei giovani perché sente la problematica come necessaria e indispensabile, infatti ormai l’inglese, come cittadini europei, è diventata la nostra lingua madre”.

In questa cerimonia “La terza Olimpiadi dell’inglese” sono stati premiati i migliori 12 allievi ( 6 degli Istituti Tecnici e 6 dei Licei) che hanno ottenuto il voto più alto agli esami per le certificazioni e ai quali è stato regalato un viaggio-studio a Malta per due settimane dal 17 al 30 luglio. Inoltre sono state premiati il Liceo Scientifico “Rosetti” di S. Benedetto del Tronto per la certificazione FCE  e l’Istituto Mazzocchi di Ascoli per l’esame PET, avendo fatto tra tutti i Licei e Istituti più certificazioni e come novità dell’anno, sono stati consegnati 2 buoni per la certificazione CAE ( specialistica) ai due punteggi più alti nella certificazione FCE; il CAE è un livello C1 che è valido anche come documento VISA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *