Rapporto tra lavoro e ambiente, tutto pronto per il convegno MLAC a Castignano

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ConferenzaDIOCESI – Lavoro e dignità: questo il binomio che ha guidato fin da subito il magistero di papa Bergoglio. Binomio che, nella lettera enciclica, si concreta nel rapporto tra persona e realtà attraverso la dimensione soggettiva e relazionale del lavoro. La dignità nasce e si sviluppa nel rapporto dell’uomo con l’ambiente che lo circonda, e il lavoro è la dimensione che, più di tutte, lo consente o anche, a seconda delle circostanze, rischia di calpestarla e negarla.

Una giornata di incontro, di riflessione e relax, immersi nella natura è quella proposta dal Movimento Lavoratori di Azione Cattolica (MLAC) della diocesi di San Benedetto del Tronto con la Delegazione Regionale di Azione Cattolica delle Marche, insieme al Progetto Policoro e alla Pastorale regionale del lavoro, con il supporto della pastorale regionale del turismo e tempo libero, e il patrocinio del Comune di Castignano. “ECO-LAVORO” è il titolo dell’interessante iniziativa ispirata alla Lettera Enciclica Laudato Sì di papa Francesco, dove si cercherà di riflettere sul difficile rapporto tra lavoro e ambiente.

Eco- non semplicemente in riferimento all’ecologia ambientale ma l’orizzonte è quello dell’ecologia integrale proposta proprio dal papa -afferma la dott.ssa Monica Vallorani- dove l’attenzione alla natura, il rispetto della persona e dei poveri, l’impegno nella società sono strettamente collegati.

L’incontro si svolgerà a Castignano, presso il santuario di S. Bernardino,nell’entroterra piceno, per cogliere in diretto contatto con la natura, le sfide dell’Enciclica del Santo Padre. Con l’ausilio di Simona Loperte, segretaria nazionale del Movimento Lavoratori di Azione Cattolica, per la prima volta in visita nelle Marche.

La riflessione continuerà -prosegue la Dott.ssa Antonella Simeni- con Olimpia Gobbi, docente, sempre impegnata e attenta nelle associazioni e nel territorio, sull’abitare la terra nel rapporto tra partecipazione civile con i poteri istituzionali e i processi decisionali, sui temi della cura dell’ambiente.

Il racconto delle esperienze proseguirà con Stefano della Ceca, presidente dell’Associazione Ci-Sei che nel maceratese è attiva nel creare rete nella filiera corta del biologico e fare formazione, ha curato il padiglione del biologico alla recente e importante Fiera Raci a Macerata. Infine, verrà esposta la storia dell’azienda dei Fioravanti, limitrofa al santuario, in cui i giovani figli hanno preso in mano l’azienda di famiglia rilanciando la produzione di vino e riscoprendo quella di anice e zafferano, coltivato con l’attenzione antica dei contadini.

La mattina sarà aperta al dibattito e dopo il pranzo-picnic, il pomeriggio è dedicato ad approfittare dello spettacolo della natura per concludere con la celebrazione Eucaristica.

La segretaria del MLAC di San Benedetto Dott.ssa Antonella Simeni, con la Dott.ssa Monica Vallorani membro dell’equipe Nazionale del MLAC, presentano il programma:

Castignano 5 Giugno, Chiesa di San Bernadino
ore 9.00: arrivi e saluti delle autorità in dialogo conSimona Loperte, segretaria nazionale MLAC: le sfide della Laudato Sì Olimpia Gobbi, insegnante: partecipazione, istituzioni e cura dell’ambiente

Esperienze:
Stefano della Ceca (segretario Mlac diocesi di Macerata) Associazione Ci-sei: educazione al consumo e filiera corta biologica Rocca Madre, costituenda cooperativa agricola di comunità: percorsi sociali originali di agricoltura sostenibile Fioravanti, Azienda Vitivinicola: i giovani raccolgono l’eredità

Ore 13.00: pic.nic condiviso
Ore 14.30: Contemplazione del creato, visita azienda vitivinicola
Celebrazione s. Messa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *