Il Papa in Svezia anche il 1° novembre per incontrare la comunità cattolica

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

papa francesco aereoZenit di Salvatore Cernuzio

Durerà due giorni il viaggio del Santo Padre in Svezia, a Lund, dove il prossimo 31 ottobre si terrà la Commemorazione ecumenica congiunta luterano-cattolica per il 500° anniversario della Riforma. Oltre alla liturgia nella Cattedrale e un evento pubblico nello stadio di Malmö, attualmente oggetto di lavori di restauro, il Papa sosterà anche il 1° novembre per incontrare la comunità cattolica e presiedere una celebrazione Eucaristica.

Lo rende noto padre Federico Lombardi, precisando che è ancora in preparazione il programma completo del viaggio del Pontefice. Intanto un comunicato congiunto della Federazione Luterana Mondiale (LWF) e della Chiesa Cattolica Romana fornisce alcuni dettagli sugli eventi del 31 ottobre.

La cattedrale di Lund – si legge nel testo diffuso oggi – sarà il luogo dove si svolgerà la cerimonia di preghiera comune, basata sulla guida liturgica cattolico-luterana di recente pubblicazione intitolata Preghiera Comune, che a sua volta si fonda sul documento: Dal conflitto alla comunione.  Lo stadio di Malmö – che può ospitare fino a 10.000 persone – sarà invece lo scenario dove si svolgeranno le attività dedicate all’impegno della testimonianza e del servizio comune di cattolici e luterani nel mondo. In quell’occasione, saranno presentati gli aspetti più importanti del lavoro comune del Servizio Mondiale della Federazione Luterana Mondiale (LWF World Service) e di Caritas Internationalis, come la cura dei profughi, il servizio della pace e la difesa della giustizia climatica.

Papa Francesco, insieme al vescovo Munib A. Younan e al rev. Martin Junge, rispettivamente presidente e segretario generale della Federazione Luterana Mondiale guideranno la cerimonia della preghiera comune a Lund e l’evento nello stadio di Malmö, in collaborazione con i responsabili della Chiesa di Svezia e della Diocesi cattolica di Stoccolma.

I due eventi intendono mettere in evidenza “i 50 anni di continuo dialogo ecumenico fra cattolici e luterani e i doni derivanti da tale collaborazione”, sottolinea la nota.  “La commemorazione cattolico-luterana dei 500 anni della Riforma si impernia sui temi del rendimento di grazie, del pentimento e dell’impegno nella testimonianza comune. L’obiettivo è di esprimere i doni della Riforma e chiedere perdono per la divisione perpetuata dai cristiani delle due tradizioni”, si legge.

“È quando le comunità imboccano la via che allontana dai conflitti, che scaturisce la forza. In Cristo siamo incoraggiati a servire insieme nel mondo. La commemorazione congiunta è una testimonianza dell’amore e della speranza che tutti noi abbiamo per merito della grazia di Dio”, hanno dichiarato il presidente Younan e il segretario Junge.

Da parte sua il cardinale Kurt Koch, presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani spiega: “Concentrandosi insieme sulla centralità del problema di Dio e su un approccio cristocentrico, Luterani e Cattolici potranno commemorare ecumenicamente la Riforma, non in un modo meramente pragmatico, ma nel senso profondo della fede in Cristo crocifisso e risorto”.

“Siamo in attesa di questo evento che vedrà la partecipazione di 10.000 persone”, afferma invece l’arcivescovo della Chiesa di Svezia Antje Jackélen. “L’idea alla base della manifestazione nell’arena di Malmö è di descrivere ulteriormente il processo che va dal conflitto alla comunione concentrandosi sulla speranza per il futuro e sul servizio comune nel mondo”. E il vescovo Anders Arborelius della Diocesi cattolica di Stoccolma, aggiunge: “Verrà scritta una pagina di storia quando Papa Francesco e i leader della Federazione Luterana Mondiale visiteranno Lund e  Malmö per incoraggiare tutti noi a proseguire nel cammino verso l’unità dei cristiani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *