Bosnia-Erzegovina: duemila giovani al santuario di Komušina

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Più di duemila ragazzi (tra i quali anche i 150 che andranno alla Gmg in Polonia) hanno partecipato, sabato 28 maggio, alla 45esima “Giornata dei giovani” in Bosnia-Erzegovina. Un appuntamento che si tiene come da tradizione l’ultimo sabato del mese di maggio. È stato il santuario mariano di Komušina-Kondzilo ad ospitare i giovani che sono arrivati da tutto il Paese. La giornata di sabato ha avuto un prologo nella serata di venerdì 27 maggio con una veglia di preghiera alla quale ha partecipato il cardinale Vinko Puljić, arcivescovo di Sarajevo che, l’indomani, ha celebrato la messa, e guidato momenti di preghiera e riflessione. Si sono alternati momenti di festa a testimonianze di giovani impegnati in attività sociali con i poveri. “Questa giornata – ha detto Puljic sabato ai giovani – ha un significato particolare perché cade nell’Anno santo della misericordia. Per questo con sentimenti di fede andremo a riflettere sul messaggio che Papa Francesco ha rivolto in occasione della Gmg di Cracovia: Beati i misericordiosi perché troveranno misericordia”. “In questo santuario dedicato alla Madonna – ha aggiunto – cercheremo di scoprire la gioia del perdono di Dio attraverso una confessione onesta e sincera. Questo evento meraviglioso deve preparare ad aprire il nostro cuore e la nostra anima a perdonare il prossimo e a diventare costruttori di pace. Che questo pellegrinaggio possa rinnovarvi nella fede, infondervi coraggio per la vita e che possiate con entusiasmo costruire un futuro pieno di fiducia nella bontà di Dio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *