uomo donna“La Chiesa ha un ruolo di custodia dell’umanità e anche della differenza tra maschile e femminile. E questo anche a beneficio di quelli che credono che la Chiesa vada contro di loro, mente invece li stiamo proteggendo”. Lo ha detto Ana Cristina Villa Betancourt, responsabile Sezione donna del Pontificio Consiglio dei laici, al convegno dell’associazione Scienza&Vita che si è aperto questo pomeriggio a Roma. “Ogni lavoro umano di formazione – ha precisato – deve prendere le mosse dai fondamenti naturali partendo dalla specificità maschile e femminile. La differenza uomo-donna è essenziale. Ogni creatura, nella sua finitezza, può rispecchiare solo un frammento della natura divina; così anche il genere maschile e femminile interpreta l’immagine Dio ma in modi diversi, secondo una vocazione che tiene contro del nostro essere maschile e femminile”. Le differenze “non sono tutto, ma sono molto importanti. Nelle nostre differenze uomo-donna siamo chiamati in Cristo allo steso stesso traguardo”.