I sacerdoti della Vicaria Beata Assunta Pallotta a Roma

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Vicaria Vicaria2Di lauretanum

DIOCESI – Davvero una bella fraterna esperienza quella vissuta dai sacerdoti della Vicaria della Beata Maria Assunta Pallotta nella giornata di Martedì 24 maggio nella Capitale, come insieme programmato già dal mese scorso, per concludere con un Pellegrinaggio alla Sede di Pietro il cammino degli incontri di Vicaria, e cogliere la rinnovata occasione di pregare insieme e di confrontarsi in modo costruttivo durante questo Anno di Grazia straordinaria.
Partiti da Castignano di buon mattino, approfittando della generosa e puntuale organizzazione della Parrocchia di San Pietro Apostolo e del Parroco don Tiziano Napoletani, sette dei dieci Presbiteri delle Parrocchie della collina e dell’entroterra montano marchigiano, si sono messi in marcia verso Roma, condividendo preghiera e chilometri. Arrivati su Via della Conciliazione, la graditissima e squisita ospitalità dei Padri Salvatoriani si è subita prodigata per accogliere il piccolo gruppo sacerdotale. Il Padre Generale della Congregazione ha salutato ciascuno e ha accompagnato i pellegrini sulla tomba del Padre Fondatore, il Servo di Dio Francesco Maria della Croce Jordan. Fu questo sacerdote tedesco a maturare la decisione di istituire una Congregazione missionaria per la difesa e la diffusione della Fede cattolica tra i non cristiani e ricevette in tal senso l’incoraggiamento del Cardinale cappuccino Guglielmo Massaia. La Cerimonia di Fondazione si tenne l’8 dicembre 1881 nella Chiesa di Santa Brigida a Roma e la sede della Congregazione, nel 1883, venne stabilita presso Palazzo Cesi.

E proprio in questo antico e nobile Palazzo romano, a due passi da San Pietro, celebrata la Santa Messa e consumato il pasto fraterno, gentilmente offerto dai Padri, i nostri sacerdoti hanno potuto proseguire la giornata, approfittando anche per il rituale Passaggio della Porta Santa presso la Basilica Vaticana, e per gli acquisti di libri e di materiale utile alla pastorale parrocchiale tra le diverse proposte dei numerosi negozi di articoli religiosi e di oggetti sacri, che circondano la Piazza. Il viaggio di ritorno ha costituito l’occasione per rendere grazie al Signore delle ore trascorse insieme in fraternità, e per ringraziare Padre Agostino Maiolini e Padre Alfredo Botticelli per l’invito a conoscere più da vicino la loro Famiglia religiosa, che prima della partenza da Roma, il Padre Vicario ci ha illustrato con simpatia ed entusiasmo, svelandocene i tanti progetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *