FOTO Acquaviva Picena, grande entusiasmo in attesa di “Sponsalia”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

ACQUAVIVA PICENA – Giovedì 19 maggio si è svolta la serata culinaria detta “dell’Orto”, il menù, preparato dai cuochi Fabrizio e Daniele, è stato tutto a base di pesce, verdure e frutta secca. Naturalmente non erano presenti quelle verdure che nel 1234 ancora non figuravano sulle tavole perché furono introdotte in Italia solo dopo la scoperta dell’America: patate, fagiolini verdi, il mais, i peperoni, i peperoncini, i pomodori e altro. Tra le più comuni sulle tavole, invece, figurano: lattuga, sedano, piselli, cavolo, rafano, lenticchie, porro, carciofo e rape. La serata culinaria si è tenuta presso il ristorante “Delfino Azzurro” sul lungomare di Grottammare , di proprietà di Liana Iacovissi e Fabrizio Camela. Proprietari anche del ristorante “Peccato solo d’Estate”.
Il presidente dell’ass.ne Palio del Duca cav. Nello Gaetani, prima di iniziare a cenare ha sentito doveroso ringraziare tutte le autorità intervenute, a cominciare dai tre sindaci dell’Unione:” Ringrazio il sindaco Rosetti, il sindaco Stracci, il sindaco Caioni. Ringrazio il signor Tomassini, colui che alcuni anni fa sostituì il sindaco d’allora e che sostenne ampliamente l’ass.ne e la incoraggiò a proseguire il proprio lavoro, il presidente dell’ass.ne Terraviva Filippo Gaetani con cui mi trovo spesso a collaborare, il giornalista Bergamaschi, il Maresciallo Comandante di Compagnia della Stazione dei Carabinieri di Acquaviva Petruzzi, l’autrice del Drappo Ilaria Oddi e la sua insegnante la dott.ssa Danza, la sua famiglia e la dirigente dell’ISC De Carolis Marziale, la dott.ssa cav. di Sponsalia Maria Luigia Neroni che con la sua scuola di danza Koreutica si occupa dei balletti medievali durante Sponsalia, la dott.ssa Verdecchia, la dott.ssa Letizia Neroni, il vice presidente dell’ass.ne Palio del Duca Gaetani e il vice presidente vicario Lazzari, l’insegnante Bartolomei responsabile del Palio dei Bambini, i giornalisti, lo studio Zip per le foto, tutti i collaboratori che non elenco solo per ragioni di tempo, ma che ritengo indispensabili, perché è anche grazie al loro, al loro impegno e alla loro disponibilità se “Sponsalia” è un evento di rilievo e non solo a livello locale. Ora vi auguro una splendida serata e buon appetito”.

Durante la serata l’alunna Oddi ha spiegato ai presenti il Drappo da lei realizzato. Ilaria Oddi ha ricevuto anche un attestato di merito dall’ass.ne, la prima volta ad un alunno per aver realizzato il bozzetto per il Drappo. Il cav Gaetani ha sottolineato che non c’erano firme sui 147 bozzetti arrivati alla sede dell’ass.ne e che era sconosciuta anche la provenienza, così che la commissione non ha potuto fare preferenze, così da scegliere oggettivamente il più adatto. Un attestato di merito è stato consegnato anche al prof. Luigi Neroni per la grande collaborazione con l’ass.ne Palio del Duca. È stata poi data la parola ai sindaci che si sono così espressi, il sindaco Caioni: “Sono molto felice di essere qui stasera, nel mio intervento sarò breve, voglio esprimere tutta la mia gioia nel partecipare con i miei giovani al Palio dei Bambini anche quest’anno e spero in un futuro imminente di far parte anche del Palio di agosto. Ritengo questa sia una bella iniziativa che valorizza l’Unione dei Comuni e il nostro territorio”.
Il sindaco Stracci: “Ringrazio Nello Gaetani e tutti i suoi collaboratori, lo ringrazio anche per questa bella serata. Questo evento mostra le doti sportive dei ragazzi e le loro doti artistiche, quelle come pittori. Nei loro bozzetti vengono racchiuse le suggestioni di quel periodo storico. Le gare per aggiudicarsi l’ambito Palio faranno vivere ai ragazzi sia la competitività, ma anche l’unione. Farà provare loro l’emozione di essere un gruppo, l’essere uniti e complici per vincere ed essere migliori”.
Il sindaco Rosetti: “Io appoggio il Palio dei Bambini da sempre, lo ritengo una bellissima iniziativa, ma questa sera voglio ringraziare tutte le associazioni e i cittadini di Acquaviva per il loro continuo impegno, ciascuno a proprio modo, nel valorizzare il paese. Dopo la diretta col tg itinerante di rai 3, ho ricevuto una telefonata dove si complimentavano della collaborazione, della professionalità, dell’organizzazione e dell’ospitalità che hanno trovato ad Acquaviva. Io vi ringrazio di tutto quello che avete fatto affichè si potesse realizzare un’ottima puntata del tg. Sono fiero di voi. Queste sono cose che ridanno l’entusiasmo di essere sindaco, quando a volte l’emozione degli inizi sparisce. Grazie a tutti”. Nella serata il cav. Gaetani ha anche presentato e regalato ad alcuni collaboratori, il libro “Forasteria”, della signora Giulia Ciriaci che per tanti anni ha rivestito il ruolo di insegnante.
Il libro racconta del brutto evento che ha riguardato Acquaviva nel 1799 quando venne distrutto tutto l’archivio comunale, distrutto da un incendio appiccato alla Fortezza dal brigante ascolano Giuseppe Costantini detto Sciabolone per via della grande sciabola da lui stesso realizzata e dalla quale non si separava mai. Elementi realmente accaduti si intrecciano con elementi di fantasia. Durante questo incendio il Messer lo Storico riesce a salvare un antico libro dove si racconta del matrimonio di due potenti giovani, di Forasteria figlia del duca Rainaldo detto il Grosso della famiglia Acquaviva che per aver partecipato alla crociata d’imperatore Enrico VI di Svevia ottenne in dono il territorio e il castello acquavivano, con Rinaldo dei Brunforte potente conte francese e signore di Mogliano, figlio di Bonconte dei Brunforte e Monaldesca di Trasmondo di Sant’Angelo, nipote inoltre di Fidesmino dei Brunforte signore di Sarnano e anche vicario dell’imperatore Federico II. Tra vita di corte, rigido protocollo, dote e corredi, feudi, pellegrini e musici, chiesa e imperatori, si snoda la romantica storia d’amore dei due ragazzi che per esigenze politiche ed economiche si sono legati in matrimonio. La storia termina col Messer lo Storico e alcune particolari analogie sulla storia di amore.
Al termine della serata il presidente dell’ass.ne Palio del Duca ha invitato tutti a partecipare sabato 28 maggio al Palio dei Bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *