San Benedetto vota per bene! Incontro con Luca Alici

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Il consiglio parrocchiale di Azione Cattolica, Parrocchia SS. Annunziata

DIOCESI – Il prossimo 5 giugno, come cittadini della città di San Benedetto del Tronto, saremo tutti chiamati a votare per eleggere i nostri amministratori locali. Stare dentro il proprio tempo è una delle caratteristiche fondamentali dell’Azione Cattolica. Questo tempo segnato da difficoltà economiche, crisi politica, morale e culturale non ci fa restare indifferenti, ci chiama a una partecipazione democratica, generosa e responsabile in vista del Bene Comune.

Abbiamo constatato come la politica a vari livelli sia vista come distante dai cittadini, e ci sia disamore verso la partecipazione anche al voto. Partecipare è nostro dovere perché è l’unico modo per difendere i nostri diritti, l’unico modo per essere gli artefici del nostro domani e del futuro; il voto è la massima espressione di una democrazia. Non andare a votare significa fare il gioco di chi potrebbe approfittare di minoranze clientelari per governare secondo i propri interessi nel nome di tutti.

Tuttavia, non solo è importante partecipare al voto, ma è necessario votare secondo giusti criteri. Un voto libero è un voto determinante, perché può essere usato sempre per controllare, per pretendere una amministrazione giusta, etica, trasparente.

Come aderenti di Azione Cattolica, prendendo spunto dalle tante iniziative promossi in varie città dall’AC, abbiamo deciso di promuovere un Codice Etico dell’elettore.

Crediamo che chi si candida si debba impegnare nel rispetto assoluto e intransigente della legalità, della trasparenza, dell’etica, della difesa dei più deboli, della salvaguardia del Bene Comune.

Ma anche gli elettori devono avere un Codice Etico! Questo Codice che proponiamo vuole essere un umile strumento a servizio degli elettori con il quale si invita tutti a partecipare alla vita pubblica della città.

Il voto è uno strumento prezioso che non può essere dato facilmente al primo che si propone o al primo che promette qualcosa, ma va affidato a coloro che con specchiata onestà e trasparenza, hanno dato prova nel tempo di occuparsi del Bene comune, a chi fa dell’interesse della collettività il suo unico fine e lo persegue con lo stile della correttezza e del rigore morale.

Non è più possibile affidare deleghe in bianco, mettiamo in atto una “democrazia partecipata”!

Come Associazione e come laici che fanno scelte concrete per aderire al Vangelo, ci pare doveroso creare occasioni di discernimento comunitario, di confronto aperto e di formazione con tutta la comunità civile. Vi invitiamo lunedì 23 maggio alle ore 21.15 presso la parrocchia della SS. Annunziata, con Luca Alici, ricercatore di filosofia politica all’Università di Perugia, all’iniziativa Voto perBene: perché al centro ci sia il Bene Comune e l’integrità etica dell’agire.

In questa occasione consegneremo il Codice Etico a tutti gli elettori.

voto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *