L’arte della Misericordia, su TV2000 dialoghi con padre Marko Ivan Rupnik

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

RupnikDi Monica Mondo

Padre Marko, gesuita, sloveno, artista di fama, ha mosaicato mezza Europa e non solo con le sue pietre, con i suoi colori e tratti che sanno unire i due polmoni dell’arte cristiana, occidentale e orientale. Ha fondato il centro Aletti, comunità di artisti e centro di arte e spiritualità della capitale: mani, cuore, mente di una Chiesa che sa parlare all’uomo. Che sa raccontare…L’arte della misericordia.
I suoi sono mosaici pregati, secondo il metodo delle icone bizantine: chi guarda è chiamato ad essere parte dell’opera artistica, non solo a rifletterla, a farsene stupire emotivamente. Abbiamo scelto 4 ambienti ecclesiali dove l’oro, non della ricchezza, ma della gloria di Dio, i rossi, i blu e la materia sanno parlare della Misericordia. In ogni luogo, un dialogo libero, inteso con padre Rupnik, teologo, amico di papa Francesco, che sa unire la sapienza e la cultura alla simpatia, alla cordialità semplice e franca.
Nella cappella della Pontificia Università di Scienze dell’Educazione, l’ Auxilium, davanti alla rappresentazione delle nozze di Cana, il tema sarà quello dell’Alleanza: di Dio con l’uomo, l’antica e la nuova alleanza in Cristo, che supera la legge. Dio che viene incontro al desiderio dell’uomo, Dio che lega cielo e terra, oriente e occidente, che fa nuova ogni cosa. Lo sposalizio è l’alleanza, voluta, aiutata, sollecitata dalla Madonna, garantita dalla presenza di angeli e santi.
Nella cappella delle suore del Preziosissimo Sangue il tema è il corpo: il valore della materia, della carne, nella fede cristiana. Dal pane e vino al corpo di Cristo, degli uomini risorti, degli uomini sofferenti. La cena di Emmaus, al centro della scena, mette insieme il corpo di Cristo che mangia con i suoi amici, e diventa sacerdote dell’Eucarestia. Non trasformiamo la fede in spiritualismo. Non dimentichiamo semplicità del pane e del vino. Non dimentichiamo la terra, che nutre il grano e la vite e gli uomini.
Nella cappella delle suore di Gesù Buon Pastore il tema è la Resurrezione: Gesù buon pastore chiama le pecore alla vita vera, liberandole dal recinto della “religione”, e chiama Lazzaro dal sepolcro, in cui è Cristo ad entrare, per vincere il buio della morte. Lo scandalo della Resurrezione, la necessità del passaggio attraverso il buio della croce e della tomba. Perchè?
Nella parrocchia di santa Maria del Rosario ai Martiri Portuensi il tema è la Chiesa: Pietro salvato dalle acque, preso per mano, è il volto della Chiesa, santa perché voluta da Cristo, coi suoi peccati, perché è degli uomini. La “sporcizia” dentro, “i lupi” fuori. Chiesa da 2000 anni: la Tradizione. E la barca di Pietro: la Chiesa deve andare, muoversi, uscire, non temere le burrasche e gli sbandamenti.

Quattro temi, quattro puntate, un cammino con un maestro per conoscere la Chiesa del Giubileo, facendosi guidare dalle immagini splendide, in cui immergersi, come nella musica sinfonica, che ne sottolinea la bellezza e la drammaticità. Uno special e Soul di Tv2000, in onda sabato e domenica 14 e 15, 21 e 22 maggio, nei giorni della Pentecoste, fine del tempo pasquale, inizio del tempo della Chiesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *