“Promessi Sposi” un romanzo sempre attuale su cui riflettere

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

rifugiatiLunedì ho rivisto il film del 1989 sui “Promessi Sposi” a puntate che sta trasmettendo TV 2000 e mi sono sorte delle riflessioni da questo romanzo cristiano del grande Alessandro Manzoni e molto vicino alle problematiche che stiamo vivendo oggi.
Come Renzo e Lucia un’umile coppia lombarda del 1600 e’ stata costretta a rinunciare per la cattiveria di un uomo potente don Rodrigo ad un matrimonio felice ed emigrare dal proprio paese in attesa di tempi migliori, quante persone oggi : uomini, donne, bambini innocenti e anziani, fuggono dalla guerra della Siria e dalla fame dell’Africa, sperando di trovare nella nostra Europa un futuro migliore?

Un altro tema che Manzoni affronta nel romanzo è la giustizia e la provvidenza divina contro l’ingiustizia dell’uomo. Da una parte sembra che come sempre la prepotenza abbia la meglio su tutto, tanto che il giovane Renzo siccome don Rodrigo gli impedisce di sposare Lucia vorrebbe farsi giustizia da solo. Fra Cristoforo che è la voce della coscienza lo fa ragionare, aiutandolo a confidare nella giustizia divina che realmente ha l’ultima parola su ogni cosa. Anche noi quando sentiamo alla televisione notizie orribili sugli innocenti, soprattutto sui bambini siamo presi dall’ira, vorremmo farci giustizia da soli, anche perché spesso quella umana e’ precaria e non fa veramente giustizia.
E’ proprio in questi casi che non dobbiamo farci accecare dall’ira, ma confidare in Dio che è misericordioso, ma e’ anche giusto e sarà lui a mettere le cose a posto prima o poi. In questo anno della Misericordia abbiamo parlato di un Padre buono, accogliente e misericordioso. La giustizia di Dio fa parte della sua misericordia. Non ci può essere misericordia senza giustizia e viceversa. Noi non siamo nessuno per pretenderla per forza, certamente come cristiani ciò che ci aiuta a superare le ingiustizie che possiamo subire nella nostra vita e’ la convinzione certa che c’e’ un Dio Misericordioso e giusto che alla fine dei tempi, nel giudizio finale sarà il nostro sommo avvocato e rimettera’ le cose in ordine come la bilancia e i giusti saranno premiati e i malvagi, se non si saranno pentiti saranno puniti e svergognati per sempre.
Solo confidando nella Provvidenza Divina si può superare le ingiustizie e i turbamenti presenti.
Se seguiamo la sua Santa Volontà come hanno fatto Renzo e Lucia, la nostra vita sarà serena nonostante le prove difficili della vita. Come ha detto San Paolo se Dio è con noi chi sarà contro di noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *