Sould out per I Nosocomici all’ Energie di Grottammare

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

LidoGROTTAMMARE – Grande partecipazione di pubblico, per la replica pomeridiana della compagnia detentrice del titolo Grottammare Mask 2016.

Dopo il trionfo nella finale del 19 marzo 2016 al galà grottammarese, la joint venture tra l’Associazione Lido degli Aranci ed il gruppo teatrale i Nosocomici ha riproposto il successo dello spettacolo “Questa Casa è Un Canicomio”, protagonista nella giornata di Domenica 8 Maggio.
Due atti teatrali esilaranti, che hanno messo in luce l’entusiasmo e la passione con cui la compagnia picena ha affrontato la sfida di esibirsi, per la prima volta, di fronte ad un pubblico di quattrocento persone.
La famiglia, le problematiche della terza età, la valorizzazione tecnica di ogni singolo personaggio; cura nei dettagli tematici ed originalità sono state le armi vincenti del giovane regista Franco Di Pancrazio.
Questi gli attori protagonisti dello spettacolo, tutti infermieri della Asl di San Benedetto del Tronto:
Giancarlo Concetti, Giovanni Lanciotti, Giulio Pompei, Luisa Massari, Marisa Urbanelli, Rosita Vulpiani,
Annalisa Viscioni, Benedetta Grossi, Benedetto Labanti, Daniela Trobbiani, Elvira Paolini, Emidia Caprotti,
Delia Di Teodoro, Rosella Angelini ed Emanuele Ciarrocchi.
Grande soddisfazione da parte dell’Associazione Lido degli Aranci, che da sempre ha creduto nelle potenzialità del teatro dialettale.
Assenti Valter, Tavoletti Floriano, Mignini Ruggero e Cameli Giuseppe, fautori della replica amatoriale, aggiungono:
“ Sicuramente quello di riproporre la commedia vincitrice di Grottammare Mask diventerà una costante per gli anni a venire.
Un grazie al Sindaco Enrico Piergallini, che sin dal 2005 ha creduto in noi per valorizzare le commedie comico dialettali del nostro territorio.
È stata un’idea vincente e proveremo ad estendere la programmazione teatrale anche in estate, al fine di omaggiare la nostra cultura proponendola ai turisti della Riviera”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *