FOTO Mese di Maggio, a Montelparo riapre il Santuario di Santa Maria in Camurano

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Di Giuseppe Mariucci.

MONTELPARO – Siamo da ieri nel mese di maggio: per la Chiesa “Il mese Mariano”!
A Montelparo, questo passaggio, è stato avvertito anche dal fatto che, per un’antica e sentitissima consuetudine, nella contrada di Santa Maria in Camurano “risorge”, dal “letargo” invernale, il Santuario omonimo che viene quindi restituito alla frequenza liturgica!

Il 2 maggio di ogni anno, da sempre e per iniziativa dei “contradaioli”, ci si occupa, infatti, del ripristino funzionale della Chiesa e, quindi, della sua riapertura al culto!

Ogni sera, dalle ore 20, a cura di uno dei residenti della Contrada, avviene la recita del Santo Rosario! Non possono mancare, per intervallare i vari misteri, bellissimi canti Mariani!

La storia vuole, poi, che il giovedì di ogni settimana, sia il Priore-Parroco della Parrocchia di San Michele Arcangelo di Montelparo, a officiarvi la Santa Messa (essa viene celebrata alle 20,30-21,00! Ed anche questo la dice lunga circa la storia dell’evento: si doveva permettere alle famiglie contadine di rientrare dai lavori dei campi, fare il pasto serale, mettersi in ordine e quindi dirigersi verso il Santuario!)

Tutte queste cerimonie sono frequentatissime e sentitissime: i fedeli arrivano puntuali e numerosi sia dal paese sia dalle contrade vicine, e non solo! Non è raro, infatti, incontrare, qui, gente che risale verso il Santuario anche dalla sottostante vallata dell’Aso!

Le celebrazioni delle Sante Messe continuano poi ininterrottamente, ogni giovedì sera, fino agli inizi di settembre quando, in occasione dei festeggiamenti della Natività della Beata Vergine Maria (il giorno otto) tutta la contrada è in festa addirittura per tre giorni consecutivi!

E, dopo queste giornate di grande fervore e partecipazione, si ritorna nel silenzio più assoluto fino al mese di Maggio dell’anno successivo, quando, come per incanto, tutto ha di nuovo inizio!

E questo da secoli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *