Ripatransone, dalla Polonia una testimonianza di affetto verso la Serva di Dio Suor Addolorata Luciani

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

PassionisteRIPATRANSONE – La devozione verso la Serva di Dio Suor Addolorata Luciani, le cui spoglie riposano nel monastero delle Passioniste di Ripatransone, ha più volte varcato i confini dell’Italia, sospinta dall’affetto di tanti fedeli.
Riportiamo una piccola testimonianza di un seminarista della Polonia che ha scritto alle monache per esprimere quanto gli sia cara questa figura che si è intrecciata, quasi per caso, al suo cammino vocazionale.
(Alcune correzioni ortografiche sono state apportate dallo scrivente).
“Carissime e Reverendissime Suore!
Mi chiamo Dawid e sono un seminarista. Vi scrivo con una domanda. Ho conosciuto la Serva di Dio Suor M. Addolorata del S.Costato e voglio conoscerLa di più. Sono proprio in prossimità della mia ordinazione e vedo in questa bellissima Serva di Dio un esempio della santa vita cristiana. La amo e credo che lei sia proprio mia amica celeste e patrona potente e che mi aiuta durante la mia formazione sacerdotale! Così vi chiedo se sia disponibile del materiale ed immaginette con le reliquie della Serva di Dio Suor Maria Addolorata del S.Costato.
Tante grazie per un cuore aperto, e la vostra gentilezza per me. Vi prego anche, mettete la mia vita ed il mio futuro sacerdozio nelle mani di Gesù?
Auguro a voi, tanti gesti del fuoco del Divino Amore e la forza dello Spirito Santo! Auguri in quest’ anno di Misericordia!
Vi saluto cordialmente.
PS. L’11 Giugno riceverò l’ordinazione, carissime suore, ricordate la mia povera persona nelle vostre preghiere. Grazie!”

Silvio Giampieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *