Marche presentato “Donaction, ricerca-azione sul mondo della donazione e i suoi processi comunicativi”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

DonareREGIONE MARCHE – E’ stato presentato ieri alla presenza degli assessori regionali Loretta Bravi e Angelo Sciapichetti, il libro “Donaction, ricerca-azione sul mondo della donazione e i suoi processi comunicativi”. Il volume riassume  la campagna di sensibilizzazione nelle istituzioni scolastiche verso le donazioni volontarie di sangue, organi, tessuti e midollo osseo, realizzata dalla Regione Marche insieme alle Associazioni di volontariato e all’Ufficio scolastico regionale a partire dal 2012.

“Il tema del dono e della donazione – ha osservato l’assessore Loretta Bravi –  non va banalizzato o ridotto nel suo significato profondo. La vita è dono, non è possesso di sé. La donazione resta in primo luogo affettiva e nasce dal riconoscimento che l’altro è un bene; qui si innesta il gesto della donazione biologica. L’esperienza di una madre che ha perduto una figlia in un incidente stradale ha definito correttamente la questione: la prima reazione è stata quella di un no all’espianto degli organi, perché la vita resta misteriosa e il corpo il tempio dell’anima. Poi è subentrato un sì per una rete di affetto e amore consapevole, che ha visto in mia figlia un dono da donare ad altri affinché avessero la vita”.

L’iniziativa che si è svolta in questi anni si è andata sempre più caratterizzando per partecipazione e contenuti innovativi coinvolgendo i ragazzi delle scuole marchigiane protagonisti di progetti multimediali, illustrazioni, foto, articoli e racconti per diffondere la cultura della donazione. In particolare nell’ultimo anno la campagna di sensibilizzazione ha proseguito l’approfondimento dei temi focalizzando l’attenzione principalmente sulla figura del donatore, con gli alunni delle classi III, IV, V delle scuole superiori che hanno risposto in maniera molto positiva.

“Donaction – ha detto Sciapichetti –  rappresenta un’iniziativa molto significativa per diffondere la cultura della solidarietà e del donatore, soprattutto tra le giovani generazioni. È anche un esempio di utile ed efficace collaborazione istituzionale, che valorizza la sussidiarietà orizzontale e l’apporto del terzo settore, ossia del mondo del volontariato. Durante il mio impegno politico e sociale ho avuto l’onore di presiedere associazioni attive nell’importante settore della promozione delle donazioni. La nostra Regione è una tra le realtà italiane più sensibili e attive in questo ambito e l’associazionismo è parte attiva nell’organizzazione sanitaria regionale. Per questo colgo con soddisfazione la realizzazione di questa pubblicazione che valorizza la figura del donatore, ne promuove l’immagine e concorre ad accrescerne il numero a beneficio di tutta la popolazione”.

Il volume è stato curato dai ricercatori Alessandro Fiori e Francesco Sacchetti e indaga l’immaginario giovanile rispetto alla donazione e alla figura del donatore, prerequisito conoscitivo fondamentale per essere in grado di attivare un reale cambiamento culturale con effetti di lungo periodo. Il testo individua le pratiche centrali nell’esperienza di chi è già donatore e iscritto ad associazioni di volontariato, con lo scopo di comprendere quali siano le nuove sfide organizzative che aspettano il mondo dell’associazionismo contemporaneo. La prima socializzazione alla dimensione del dono nella nostra società è filtrata dalla relazione diretta: famiglia, parenti, amici. Tuttavia la pratica del dono spesso viene istituzionalizzata e organizzata grazie all’opera di alcune associazioni di volontariato. Questo processo, che rende più efficiente l’incontro tra chi dona e chi necessita di una donazione, è influenzato dalla natura di ciò che viene donato e dal livello di istituzionalizzazione di queste pratiche.  Il progetto di ricerca ha inoltre messo in evidenza come l’utilizzo di tecniche di ricerca e comunicazione ed è arricchito da materiali grafici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *