22.000 malati di Alzheimer nelle Marche

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page
MARCHE – Nelle Marche sono 22 mila le persone che soffrono di Alzheimer o demenze senili, pari a 14,2 persone ogni mille residenti, livello che colloca la nostra regione al 1° posto in Italia (media nazionale 9,3). Una malattia che colpisce soprattutto gli anziani. L’Ufficio Studi di Confartigianato mette infatti  in evidenza che  su 1.000 over 65 marchigiani, 58,7 soffrono di Alzheimer o demenza senile per un totale di 21.000 soggetti.
Sabato 2 aprile torna la Giornata nazionale di predizione dell’Alzheimer, promossa dall’Associazione dei pensionati Anap Confartigianato, giunta quest’anno alla nona edizione. Partner dell’iniziativa sono la Croce Rossa Italiana e il Dipartimento di Scienze Geriatriche dell’Università la Sapienza di Roma. Nelle  piazze  delle Marche  verranno allestiti punti informativi per fornire una corretta informazione su questa malattia degenerativa che nel nostro Paese colpisce 500mila persone e per raccogliere dati aggiornati nell’ambito di un progetto di ricerca.  In particolare sabato 2 aprile i gazebo Confartigianato saranno allestiti a Pesaro in piazza del Popolo e domenica  3 aprile a Loreto in piazza della Madonna dalle 9 alle 19.
Secondo il trend di crescita del 43% previsto per i Paesi del G7, nel 2030 in Italia i malati di Alzheimer o demenze senili saranno 800.800, con un ritmo di crescita di 39 nuovi malati al giorno. L’incidenza dell’Alzheimer e delle demenze senili è maggiore tra le donne con un tasso standardizzato dell’1,3%, a fronte di uno 0,5% degli uomini.
Nelle Marche, sottolinea lo studio di Confartigianato,  il 23,7% della popolazione ha 65 anni e oltre, livello superiore alla media nazionale (21,7%). L’indice di vecchiaia, ovvero l’incidenza % di coloro che hanno 65 anni e oltre sugli under 15,  è di 179,8% (157,7% la media nazionale). L’età media nella nostra regione è di 45,7 anni (44,4 in Italia).
Nel dettaglio provinciale, evidenzia ancora lo studio di Confartigianato,  per quanto riguarda il peso della popolazione che ha 65 anni e oltre sul totale della popolazione, la quota maggiore si registra ad Ascoli Piceno (24,1%), segue Fermo (24,0%), Macerata ed Ancona (entrambe 23,9%) e Pesaro-Urbino (23,1%).
Considerando l’indice di vecchiaia, il livello più alto nelle Marche si osserva ad Ascoli Piceno (193,2%), segue Fermo (187,6%), Macerata (180,8%), Ancona (179,2%) e  Pesaro-Urbino (168,8%).
Infine, tra le province marchigiane, l’età media più elevata si osserva ad Ascoli Piceno (46 anni), segue Fermo (45,9), Ancona e Macerata (entrambe 45,7) e Pesaro-Urbino (45,2).
Anap Confartigianato è parte attiva nella lotta contro l’Alzheimer e un punto di riferimento sicuro per le famiglie chiamate a confrontarsi ogni giorno con una realtà così difficile: organizza periodicamente iniziative di sensibilizzazione. Ad Ancona ha realizzato presso la Fondazione il Samaritano “Il Giardino delle Rose” una struttura per anziani con difficoltà cognitive e sensoriali grazie ai proventi del 5×1.000 dell’Ancos Associazione Nazionale Comunità Sociali del sistema nazionale Confartigianato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *