FOTO Fai a Montelparo, un successo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Di Giuseppe Mariucci.

MONTELPARO – Grande afflusso di gente, per le Giornata Fai previste per Sabato 19 e Domenica 20 Marzo 2016 a Montelparo! Turisti, appassionati, studiosi e semplici curiosi hanno riempito le vie del paese, come anche la Contrada di Santa Maria in Camurano.
E a Montelparo, a disposizione di questo importante evento erano monumenti unici, pieni di storia, di arte e di fascino.
La Chiesa di Sant’Agostino (con annesso Convento Agostiniano), la Chiesa di San Gregorio Magno (fatta edificare dal Cardinal Gregorio Petrocchini ed aperta al culto il 5 maggio 1615), la Chiesa di San Michele Arcangelo (che dall’alto del paese – 585 mt. – domina la vallata da mille anni!), e la Chiesa Rurale di Santa Maria in Camurano (raro esempio di eccezionale bellezza per un edificio religioso di campagna!), sono state letteralmente prese d’assedio!Nel sabato pomeriggio e per tutta la domenica questi monumenti si sono potuti mostrare in tutta la loro bellezza grazie anche ad un sole caldo e splendente. E, durante la domenica mattina chi si è avventurato dalle nostre parti non ha esitato anche ad assistere e partecipare alle cerimonie religiose della Domenica delle Palme, alla benedizione delle stesse, alla processione, che da San Gregorio ha portato tutti a Sant’Agostino, e quindi alla successiva Santa Messa.
In ogni sito culturale, estremamente ricco di storia e certamente complesso da presentare, hanno dato il meglio di se i quattro gruppi di studenti della Sezione ITI – Agraria di Montegiorgio. Qui voluti dal loro professore di lettere Paolo Giunta La Spada, erano stati preparati a dovere, nelle settimane precedenti, minuziosamente in ogni particolare storico e artistico, dalla Dottoressa Letizia Ferracuti oltre che dallo stesso docente.
Abbiamo chiesto al Professor La Spada il motivo per cui avesse scelto proprio Montelparo per questo evento d’importanza Nazionale. Egli, tra l’altro ci ha detto: “Ho deciso di partecipare, con una Montelparo piena di storia e d’arte, perché credo fermamente nelle attività del F.A.I. e soprattutto penso che noi italiani dobbiamo conoscere e studiare il nostro patrimonio storico e artistico per potere, nel presente e nel futuro, tutelarlo e valorizzarlo con sapienza, intelligenza e passione”. “…Sono estremamente orgoglioso che studentesse e studenti dell’ITI “G. ed M. Montani”, Sezione Agraria di Montegiorgio, formando una grande squadra che si è espressa a livelli di eccellenza, si siano così tanto impegnati per Montelparo, abbiano compreso l’importanza dell’iniziativa e abbiano voluto far conoscere e valorizzare il loro/nostro bellissimo territorio (in questo caso quello di Montelparo) con una presenza attiva e convinta in questi monumenti, ma soprattutto con una grande disponibilità verso i visitatori!”.
“…Grazie Letizia Ferracuti, ma grazie anche a Giuseppe Mariucci, Cristina Franca, Mostardi Cristian, e a tutta Montelparo.”

Noi aggiungiamo che, da ringraziare, è proprio il professor Paolo Giunta La Spada! Ha creduto nell’importanza artistica e culturale del nostro paese quando, forse, nemmeno noi ci credevamo (o non ne eravamo convinti). Vogliamo augurarci di essere stati all’altezza per quanto, nell’occasione, abbiamo potuto e saputo fare.
Un grande grazie, perciò, innanzitutto al Professore, e ai bravissimi ragazzi dell’I.T.I. di Fermo-Sezione Agraria di Montegiorgio per l’impegno profuso! E’ doveroso, infine, estendere questo ringraziamento anche alle tantissime persone che hanno speso qualche ora del loro tempo per scoprire un luogo, MONTELPARO, che a noi montelparesi (ma non solo) ha fatto sempre sognare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *