Presentato il libro su Grottammare nell’Unità d’Italia

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Grottammare (16)GROTTAMMARE – Numerose persone hanno raccolto l’invito a partecipare alla presentazione del volume “12 ottobre 1860. Lo storico incontro di Grottammare e il suo contributo all’Unità d’Italia” contenente gli atti del convegno che si è svolto il 4 e 5 giugno 2011 presso la sala kursaal per le celebrazioni del 150° anniversario.

Di fronte ad un pubblico che ha riempito il Teatro dell’Arancio, nella Giornata dell’Unità nazionale, si sono avvicendati gli interventi della curatrice dell’opera Alessandra Ghidoli, del professor Gilberto Piccinini e del dott. Daniele Diotallevi, questi ultimi tra i relatori del convegno del 2011, insieme a storici illustri come Piero Craveri, Massimo Teodori, Francesco Sabatini, Marco Severini e Guido Pescosolido.

L’occasione è stata utile anche per riflettere sulle difficoltà del sistema culturale nazionale. A tal proposito il prof. Piccinini – presidente della Deputazione di storia patria per le Marche – ha informati i presenti sulle riduzioni dei trasferimenti che le Deputazioni di storia patria hanno subito negli ultimi anni. Tagli che rendono ormai impossibile il proseguimento di una seria attività di ricerca storica sul territorio che in questo momento è tenuta viva soltanto grazie al volontariato degli studiosi e di qualche ente locale o privato illuminato.

Tra il pubblico, erano presenti anche l’ex sindaco Luigi Merli e il dott. Vittorio Laureati, erede diretto della famiglia che ha ospitato il re a palazzo nel 1860, favorendo l’incontro con la delegazione partenopea che gli offriva il regno del sud, e che oggi ha sostenuto la pubblicazione del volume attraverso una donazione.

Nel corso dell’incontro, coordinato dal sindaco Enrico Piergallini, sono emersi gli aspetti salienti della pubblicazione, soprattutto l’obiettivo raggiunto di far conoscere l’importanza dell’episodio grottammarese per restituire ad esso un ruolo di primo piano nel complesso processo dell’Unità nazionale. Non a caso, nel suo saggio Piero Craveri afferma che Grottammare in quei giorni è stata per un momento “capoluogo delle Marche”.

“Il volume di atti che abbiamo presentato – spiega il sindaco Piergallini – è il contributo che questa generazione di grottammaresi ha dato per l’approfondimento e la conoscenza delle dinamiche che circondano l’episodio avvenuto a palazzo Laureati il 12 ottobre 1860. Volevamo che gli storici più importanti d’Italia e la storia nazionale si accorgessero della rilevanza di quell’ incontro: pensiamo di esserci riusciti”.

Il libro è composto da 112 pagine, corredate da immagini e documenti d’epoca. Raccoglie i saggi e gli interventi dei partecipanti al convegno organizzato dal Comune di Grottammare e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno: Piero Craveri, Guido Pescosolido, Francesco Sabatini, Marco Severini, Alessandra Ghidoli, Gilberto Piccinini, Massimo Teodori, Daniele Diotallevi e Vittorio Laureati. L’iniziativa ottenne un riconoscimento da parte dell’allora presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Il volume, che è stato donato ai presenti in occasione della presentazione ufficiale, è disponibile presso l’ufficio Cultura del comune di Grottammare al prezzo di 10 €.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *