Il Vescovo Carlo ai giovani della diocesi: Dio vuol bene a tutti e va in ricerca di tutti, anche di te!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

DIOCESI- Giovedì 17 marzo a San Benedetto del Tronto, presso la Chiesa di San Giuseppe, si è svolto il terzo ed ultimo incontro per tutti i giovani che si preparano a vivere la bellissima esperienza della GMG di Cracovia 2016. Sono concluse le tre serate “con la Parola” guidate e accompagnate dal Vescovo Carlo.

Vescovo Carlo: Gesù che in rapporto con Pietro gli dice: se vuoi capire qualcosa mettiti dietro a me. La volta scorsa abbiamo ascoltato l’incontro con sua mamma. Li Gesù ci ha detto qual è la cosa più importante per la nostra vita.. In questo terzo incontro Gesù ricorre alla parabola per dirci chi è Dio e come si comporta Dio nei confronti nostri. Cerchiamo di capire il senso. Noi non siamo un popolo di pastori, cerchiamo quindi di capire che per un popolo di pastori la pecora è la ricchezza ed è molto importante perché rappresenta la possibilità di avere cibo, avere lana per coprirsi e per avere pelli. La pecora era quell’animale che forniva tutta la ricchezza per vivere, compreso il latte. Simbolo di una ricchezza.  Gesù in un altro passo afferma che il pastore conosce le pecore una ad una, quindi un affetto notevole, vive con loro, dorme con loro per difendere la sua ricchezza e quindi ha familiarità. La pecora per il pastore nomade è la vita e il futuro. Per Dio tutti sono importanti perché Dio vuol bene a tutti e va in ricerca di tutti, anche di te. Soprattutto va in ricerca di chi si è perso di chi si è allontanato. Tutti noi siamo importanti per qualcuno, siamo molto importanti per Dio. È la cosa più grande che si possa dire. E questa è la nostra dignità. Dio si preoccupa anche di chi non c’è. Si preoccupa di chi non c’è questa sera di chi non viene in Chiesa, di chi sbaglia e di chi vuole aiutarlo.

Infine, prendendo in esempio il capitolo 15 del Vangelo di Luca, consiglia di svolgere, a tutti i giovani presenti, alcune meditazioni con spirito di ascolto e di riflessione:

1) Fuggiamo tutti l’ipocrisia dei sepolcri imbiancati, invece di dire che dobbiamo imparare da Dio ad avere un cuore grande;
2) Sentiamoci cercati da Dio;
3) Lasciamo che Gesù ci carichi sulle sue spalle. Anche noi lasciamoci caricare sulle spalle come fa il padre con il figlio piccolo, Dio fa un po’ così anche con noi e lasciamoci coccolare da Dio. Non abbiamo meriti però possiamo affidarci alla bontà di Dio perché lui ci vuole veramente bene.

Cracovia è sempre più vicina. Ora ci aspetta la GMG diocesana del 23 Marzo. Infatti, tutti i giovani della Diocesi si daranno appuntamento, mercoledì Santo, presso la vituperata via Mentana, luogo simbolo della movida rivierasca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *