Samb fermato da uno stoico Isernia, ma sul Matelica è a +11

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Samb-IserniaNella foto, la curva nord della Samb.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – È terminato sul punteggio di 1-1 il quinto confronto tra Samb e Isernia. Un pareggio prezioso per i rossoblu di Palladini, che guadagnano una lunghezza sul Matelica, uscito sconfitto per 3-1 allo stadio dei marsi di Avezzano.

Buona prova dei ragazzi dell’Isernia che con grandi sacrifici hanno combattuto come leoni contro la prima della classe. Pilastri del prezioso pari esterno, utilissimo per i giochi salvezza, l’ala Mingione e il portiere Schina, tra i migliori in campo.

Il primo tempo è stato noioso all’inizio e alla fine, con una Samb padrona della partita. Al 10′ Samb in vantaggio con la nona sinfonia stagionale di Sorrentino, una bellissima realizzazione che ha avuto il contributo di Pezzotti.

Con l’arrivo del venticinquesimo l’Isernia ha cominciato la sua reazione, senza successo, con contropiedi incisivi, ma la Samb ha retto gli attacchi, cercando il 2-0 invano e con la difesa molisana che più volte ha colto i rossoblu nella trappola del fuorigioco.

Al duplice fischio di Michele Somma di Castellammare di Stabia, la Samb e la sua tifoseria sono stati in grande estasi grazie al momentaneo doppio vantaggio dell’Avezzano sul Matelica.

Il sogno del +13 in classifica è svanito al 7′ della ripresa. Enzo Mingione, ala sinistra, ha battuto Pegorin dopo aver superato Montesi, realizzando il quarto centro stagionale.  E’ il pareggio dell’Isernia con tutti i giocatori che hanno festeggiato sotto la curva sud occupata da una trentina di “Cherrokee” provenienti dal capoluogo di provincia molisano.

Bravi i molisani guidati da Emilio Guglielmo, che ha sostituito Carmelo Gioffrè, soprattutto con Schina, che al 91′ ha parato su tentativo di Candellori e che    Più volte ha negato la gioia del 2-1.

Il portierone classe ’96, ha avuto un valido alleato nella traversa, colpita per due volte dalla Samb al 69′ con un magnifico colpo di testa di Titone e poi con Gavoci, favorito da una deviazione.

Dopo il triplice fischio di Somma, applausi per entrambe le squadre, con maggior soddisfazione da parte dei molisani. La vittoria dell’Avezzano sul Matelica ha fatto allungare il gap tra rossoblu e biancorossi: a otto giornate dalla fine,  i punti di vantaggio sono saliti a 11, con i rossoblu di Palladini che domenica prossima saranno impegnati al Fadini di Giulianova in un vero e proprio testa-coda.

Riportiamo le parole del Presidente Fedeli al termine della partita: “Sono deluso da tutto, oggi è stata una delusione completa”.

Parole di delusione quelle di Fedeli, il quale ha fatto i complimenti all’Isernia, ma anche di sprono ai ragazzi di Palladini, i quali, secondo il loro presidente, devono capire che il campionato non è ancora concluso.

Finale allo stadio “Riviera delle Palme” Sambenedettese-Isernia 1-1.

SAMB-ISERNIA 1-1

SAMB: Pegorin, Pettinelli, Montesi, Barone (79′ Forgione), Salvatori, Conson, Titone, Sabatino (C), Sorrentino (45′ Candellori), Baldinini (63′ Gavoci). ALLENATORE: Palladini

ISERNIA: Schina, Mancino, Santoro (77′ Tuccia), Simonetti, Ruggieri (C), Sabatino, Saltarin (90′ Evangelista), Giraldi, Fontana (86′ Cantoro), Panico, Mingione. ALLENATORE: Guglielmo.

Reti: Al 10′ Sorrentino (S) al 52′ Mingione (I).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *