Cupra Marittima, organizzatori “Castagne al Borgo”, la gioia di ritrovarsi insieme

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

CastagneDi Paola di Girolamo

CUPRA MARITTIMA – Sabato 27 febbraio presso il ristorante Parco sul mare, si è tenuta una cena per i collaboratori della festa ‘Castagne al borgo’ che si è svolta a Cupra Marittima nei giorni 7 e 8 novembre 2015. Oltre agli ideatori e collaboratori, erano presenti anche il Sindaco di Cupra,Prof. D’Annibali, che nella festa ha anche un proprio ruolo, il vice-parroco Don Matteo e il Parroco Don Armando Moriconi.
La festa ‘Castagne al borgo’ è nata nel novembre 2007 dall’impegno dei presidenti dei 5 quartieri del paese, di far collaborare i cuprensi tra loro nella creazione di un evento o di una festa in un luogo molto bello e affascinante quasi simbolico: il paese alto. Inizialmente era rivolta ai bambini e ragazzi della scuola elementare e media, con i cosiddetti giochi i di ‘altri tempi’ (tiro alla fune, corsa con i sacchi,ecc..). Inoltre venivano venduti dolci artigianali a base di castagne, castagne arrosto, braciole di maiale. In considerazione del luogo nel quale si svolgeva la festa, un borgo nato in epoca medievale appunto, essa ha avuto fin dall’inizio una caratterizzazione medievale, data dai sapienti addobbi, dalla caratterizzazione delle ambientazioni delle taverne, dagli abiti dei popolani di quanti vi collaborano a vario titolo.
Nel corso degli anni la festa è cresciuta occupando spazi sempre maggiori del paese alto con la creazione di osterie e cantine dove si possono assaggiare salumi e formaggi locali di ottima qualità ed offrendo spettacoli in tema con il periodo storico. Negli ultimi anni si è arricchita con dei banchi di prodotti particolari, selezionati sempre con cura, come quelli delle erbe aromatiche, dell’anice verde di Castignano, della frutta secca, delle confetture, dei salumi e dei formaggi, delle spezie e del peperoncino (novità di quest’anno). Presenti anche alcuni stand di mestieri, come quello del gioiello in rame, del mosaico, del fabbro, del sapone fatto in casa, dei vimini, dei manufatti in stoffa e altri ancora.
Dal 2010 inoltre, la manifestazione inizia nel pomeriggio del sabato fino a notte inoltrata con uno spettacolo serale che coinvolge in genere molti giovani e continua nel pomeriggio della domenica con gli spettacoli dei bambini dell’asilo.
Nel luglio 2015 i collaboratori si sono costituiti in associazione dal nome: ?Associazione castagne al borgo’. Un aspetto davvero molto positivo è quello che fin dal primo anno di attività, i promotori dell’iniziativa si sono impegnati a devolvere parte del ricavato alle due scuole del paese, alla parrocchia san Basso e ad alcune associazioni operanti in loco. Questo aspetto aggiunge un tassello di spessore che guarda ad un fine più grande e che si differenzia nettamente da molte altre feste.

Infine un plauso all’impegno di tanta gente cuprense e agli organizzatori anche per aver ideato un evento che si caratterizza per la cura e l’ambientazione e che valorizza un borgo sapientemente restaurato e bellissimo, da un punto di vista storico-artistico, religioso ed architettonico con le sue mura, le sue porte di ingresso, le sue chiese; una bellezza paesaggistica notevole che si affaccia sul mare e fa apprezzare dall’alto la marina come la rocca di Sant’Andrea poco più a sud.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *