CL oggi Mons. Gestori presiederà una celebrazione in memoria di Don Giussani

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Vescovo Gestori a LoretoDi Fernando Ciarrocchi

GROTTAMMARE – In occasione dell’XI anniversario della morte dell’amato Servo di Dio, Don Luigi Giussani, l’indimenticabile fondatore del movimento ecclesiale Comunione e Liberazione, lo vogliamo ricordare con la sua toccante definizione di Misericordia: “La Misericordia è la dolce carezza di Dio”, richiamata più volte anche dal Sommo Pontefice durante il corrente Anno Giubilare.

Dalla definizione di Don Giussani si evince l’ineludibile dimensione antropologica che è parte sostanziale del “Fatto”, quindi, di quell’Incontro tra Gesù e la storia umana che costituisce la ragion d’essere del cristianesimo.

In questo contesto in cui la straordinarietà diventa ordinarietà quotidiana e umana si percepisce appieno la costante presenza umana della carezza di Dio all’uomo creato a Sua immagine e somiglianza, dunque, tempio dello Spirito Santo.

L’Immanenza di Gesù Cristo nella storia dell’uomo è la ratio principale della sua quotidiana carezza ad un umanità sempre più bisognosa di Misericordia intesa propriocome carezza del Padre: nulla di più umano che nasce dall’Incontro tra Gesù Cristo e l’Umanità intera.

Comunione e Liberazione della nostra diocesi ricorderà oggi, martedì 23 febbraio, Don Giussani durante una celebrazione presieduta da Mons. Gervasio Gestori presso la Chiesa di Sant’Agostino in Grottammare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *