Vicenda stadio, il ricorso al Consiglio di Stato tutela la legittimità della procedura

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

città di san benedetto del tronto

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il ricorso al Consiglio di Stato presentato dal Comune in merito al pronunciamento del TAR sulla vicenda della convenzione tra Comune e Decasol per la soluzione delle controversie con le ditte esecutrici dei lavori allo stadio “Riviera delle Palme” ha lo scopo di dimostrare la legittimità delle procedure svolte.

La sentenza del TAR, va ricordato, afferma che il contratto tra Comune e Decasol è vigente in quanto non ne discende l’obbligo per il Comune di dichiarare Decasol immediatamente decaduta dalla concessione ma indica la strada da percorrere per arrivare ad un soddisfacimento degli interessi delle aziende creditrici.

Il ricorso ha il solo scopo di tutelare l’Ente, terzo,  rispetto all’accordo economico che deve intercorrere tra Decasol e le ditte creditrici.

L’appello intende quindi far accertare dall’organo di appello della giustizia amministrativa che la procedura condotta si è svolta nel rispetto della legge e dell’interesse pubblico, nell’attesa che il confronto tra Decasol e gli altri creditori che hanno avanzato le loro pretese trovi una positiva composizione. Il che, ovviamente, farebbe decadere l’interesse degli stessi alla prosecuzione del giudizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *