Festa di San Valentino: vescovi inglesi, una preghiera per trovare l’anima gemella

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

cuore san valentinoLONDRA –  Una preghiera per i cuori infranti.

In concomitanza con la celebrazione di san Valentino, la Chiesa cattolica in Inghilterra e Galles va incontro a chi è ancora single, proponendo una preghiera per aiutare a incontrare l’anima gemella.

L’iniziativa è spiegata così: “Nel giorno in cui si celebra la festa di san Valentino, giorno dedicato ogni anno a coloro che hanno già trovato il loro sposo, l’intento è che questa preghiera possa dare speranza a chi non ha ancora incontrato un marito o una moglie”.“Padre, tu sai quanto è profondo nel mio cuore il desiderio di trovare qualcuno con il quale condividere la mia vita. Io ho fiducia nel progetto d’amore che tu hai per me e chiedo che io possa incontrare presto la persona che hai preparato per me. Attraverso la potenza del tuo Spirito Santo, apri il mio cuore e la mia mente in modo che io possa riconoscere la mia anima gemella. Rimuovi qualsiasi ostacolo che ci possa essere sulla via di questo incontro felice, così che io possa trovare un nuovo senso di pienezza, gioia e pace. Dammi la grazia di conoscere e accettare, se tu disponi per la mia vita un altro piano. Mi arrendo al mio passato, presente e futuro affidandomi al cuore tenero del tuo Figlio, Gesù. Fiducioso che la mia preghiera sarà ascoltata e accolta”.

I vescovi consigliano di pronunciare questa preghiera ogni giorno per nove giorni, aderendo in questo modo a ciò che nella tradizione cattolica viene chiamata “Novena”, una pratica vissuta per ottenere e implorare grazie speciali.
“Il giorno di san Valentino – spiega monsignor Mark O’Toole, vescovo di Plymouth – può essere difficile per coloro che non hanno ancora trovato un marito o una moglie ideale. La proposta di questa nuova preghiera ha lo scopo di ricordare a tutti che Dio ha un disegno di amore per ciascuno di noi e che c’è sempre motivo per essere pieni di speranza”.

“Le nostre preghiere – aggiunge il vescovo – possono essere spesso esaudite in modi che non ci aspettiamo. È quindi importante essere aperti a questa imprevedibilità. Qualunque sia la nostra situazione, sappiamo però che non siamo soli, che siamo amati da Dio che è pieno di tenerezza, di misericordia e compassione”.
Monsignor O’Toole invita le persone, soprattutto single, a recarsi in questo fine settimana in una chiesa. “Le persone spesso si incontrano seguendo interessi comuni. Siete i benvenuti se decidete di visitare una chiesa cattolica per scoprire qualcosa di più sulla preghiera e, non si sa mai, per incontrare qualcuno in chiesa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *