Presentato il libro “Comunicare Dio” di Vincenzo Varagona: “Dobbiamo a san Francesco di Sales l’invenzione del tweet”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

VaragonaDi Floriana Palestini

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La diocesi ha incontrato Vincenzo Varagona per la presentazione del suo ultimo libro, “Comunicare Dio. Dalla Creazione alla Chiesa di papa Francesco” (ed. Ecra). Varagona, giornalista Rai, CdA del Fondo di Pensione Complementare del Fondo Nazionale Stampa Italiana (FNSI), è giunto alla pubblicazione del suo quinto libro ed ha fatto di nuovo tappa per presentarlo nelle sue Marche (infatti nasce ad Ancona dove oggi vive e lavora, e ha conseguito nel 2013 la laurea in giurisprudenza nell’ateneo di Macerata).
Quest’ultima sua opera è incentrata sulla comunicazione, che Varagona affronta partendo dalla Creazione fino ad arrivare ai giorni nostri. «Dobbiamo a san Francesco di Sales l’invenzione del tweet – afferma il giornalista -, egli, infatti, pur essendo vescovo non riusciva a farsi capire dalla sua gente, non aveva quello che oggi chiameremmo appeal, dunque pensò di liofilizzare il linguaggio del vangelo nei 140 caratteri (il massimo consentito su Twitter, ndr) e di affliggere i fogli con queste frasi sulle porte delle case. San Francesco di Sales è oggi patrono dei giornalisti. Questo aneddoto serve per spiegare che non si possono scrivere messaggi se il linguaggio non è comprensibile a chi lo riceve. Bisogna creare network, collaborare tra diocesi e all’interno delle diocesi, anche nel caso di piccole realtà, per diventare insieme una presenza importante». C’è poi il discorso sul modo di comunicare di papa Francesco, un modo innovativo che ha colto tutti impreparati e che continua a sorprendere ogni giorno di più. «Non si può dire che Giovanni Paolo II sia stato un cattivo comunicatore ma Francesco è “il” comunicatore – continua Varagona -. Una sua caratteristica è la congruenza: egli esprime un concetto a parole, che non si perdono tra mille altri discorsi ma si concretizzano in un suo gesto, in una sua testimonianza di vita. Papa Francesco sta segnando la svolta perché dà l’esempio e manifesta un certo distacco dall’idea di pontefice che si aveva fino al 2013».
Sempre all’interno del libro si trovano diverse interviste a importanti figure della comunicazione cattolica, fra cui quella a monsignor Claudio Celli, monsignor Claudio Giuliodori, padre Federico Lombardi (direttore della Sala Stampa della Santa Sede), Marco Tarquinio (direttore del quotidiano Avvenire), Edoardo Viganò (prefetto della Segreteria per la Comunicazione).

One thought on “Presentato il libro “Comunicare Dio” di Vincenzo Varagona: “Dobbiamo a san Francesco di Sales l’invenzione del tweet”

  • 13 luglio 2016 at 05:25
    Permalink

    Sto conoscendo Varagona piu’da vicino con piacevole sorpresa.
    Si Papa Francesco sta introducendo una profonda innovazione nella chiesa ,come una ” martellata” su di una cupola di cristallo, si ha paura che tutto venga polverizzato ma e’ un suono melodioso che si diffonde per tutta la cupola e sulla Terra.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *