Isis: rilasciati altri 16 ostaggi cristiani

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

 

 

isis

 

 

I jihadisti affiliati al sedicente Stato Islamico (Daesh) hanno rilasciato nella giornata del 14 gennaio altri 16 cristiani assiri che facevano parte del consistente gruppo di ostaggi da loro catturati e deportati lo scorso 23 febbraio, quando le milizie jihadiste avevano compiuto un’offensiva contro i villaggi a maggioranza cristiana assira sparsi lungo la valle del fiume Khabur, nella provincia siriana nord-orientale di Hassakè.

Otto componenti del gruppo di ostaggi liberati sono bambini. Tutti sono apparsi in decenti condizioni di salute. “Questa volta” riferisce all’agenzia Fides l’arcivescovo siro cattolico di Hassakè-Nisibi, Jacques Behnan Hindo “gli ostaggi liberati sono stati lasciati nei pressi della città di Tel Tamar, e da lì hanno potuto raggiungere il loro villaggio di Tel Jazira”.

I cristiani assiri della valle del Khabur presi in ostaggio dai jihadisti a febbraio erano più di 250. Da allora si sono succeduti diversi rilasci di gruppi di prigionieri. L’ultima volta, lo scorso 25 dicembre, erano stati 25 i cristiani assiri del Khabur rilasciati dal Daesh. “Al momento, secondo i nostri calcoli” aggiunge a Fides l’arcivescovo Hindo “gli ostaggi di quel gruppo che rimangono ancora nelle mani dei jihadisti dello Stato Islamico potrebbero essere meno di settanta”.

​All’inizio di ottobre, sui siti jihadisti era stato diffuso il video dell’esecuzione di tre cristiani assiri della valle del Khabur. Il filmato, girato secondo i macabri rituali scenici seguiti anche in altri casi analoghi dalla propaganda jihadista, avvertiva che le esecuzioni degli altri ostaggi sarebbero continuate fino a quando non fosse stata versata la somma richiesta come riscatto per la loro liberazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *