Montalto, il Museo Sistino invita tutti al concerto con l’orchestra Junior

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

MuseoDi Paola di Girolami

MONTALTO DELLE MARCHE Sabato 9 gennaio alle ore 16.30 presso il Teatro Comunale di Montalto Marche, il Museo Sistino di Montalto, organizza un concerto con l’orchestra Junior del Conservatorio di Musica “G. B. Pergolesi” di Fermo. Si tratta di uno degli eventi culturali dei Musei Sistini, ideati per il periodo che va da Natale fino a tutto il mese di gennaio.

L’orchestra è nata in seno alle attività didattiche dell’istituto, con lo scopo di avvicinare gli studenti dei corsi inferiori di strumento alla pratica orchestrale e, più specificatamente, a quella della musica d’insieme. Circa 35 elementi di età compresa tra i 10 e i 17 anni, con l’aggiunta – laddove esigenze tecniche di repertorio lo richiedono – di alcuni studenti dei corsi superiori e di docenti, fra i quali è d’obbligo citare la prof.ssa Kaethe Shore, ideatrice dell’Orchestra Junior.

Il repertorio spazia dalla musica barocca fino a quella contemporanea, quest’ultima – in modo particolare – per ciò che riguarda le colonne sonore di film.

L’Orchestra Junior è diretta dal M° Donato Reggi, che nasce come violoncellista e formatosi per lungo tempo alla scuola violoncellistica di Menahem Meir (ex allievo di Pablo Casals e Antonio Janigro). Da sempre interessato al repertorio della musica da camera, ha suonato sotto la guida di famosi direttori d’orchestra e ha collaborato con cameristi di chiara fama tra i quali spicca il nome di Konstantin Bogino (pianista del “Trio Tchaikovsky” di Mosca). Svolge attività concertistica come solista e con varie formazioni cameristiche e da diversi anni si dedica anche alla direzione d’orchestra ottenendo importanti riconoscimenti.

Già docente nei  conservatori di Fermo, Piacenza, Verona, Rovigo, Adria, Torino, Potenza, Rodi Garganico e Cosenza, è titolare della cattedra di Musica d’insieme per archi presso il Conservatorio Statale di Musica “G. B. Pergolesi” di Fermo.

La motivazione di effettuare un concerto con le caratteristiche suddette, si può forse rintracciare nella capacità che la musica ha, forse in maniera privilegiata rispetto a tutte le arti, di mettere in comunicazione persone e progetti e di mettere insieme in particolar modo i giovani di cui l’orchestra d’archi junior ne è sicuramente un bell’esempio. Infine la relazione tra musica, pittura, scultura e quanto di prezioso l’uomo abbia potuto produrre per celebrare la sua fede e la musica è stato oggetto sin da sempre di indagini e di profondo stupore di cui, di tanto in tanto, possiamo farne esperienza anche nei nostri musei di arte sacra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *