Unitalsi: a Lourdes… anche se i soldi non ti bastano!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Lourdes62Zenit di Maria Luisa Spinello

L’Unitalsi ha lanciato due nuovi progetti, consistenti in un pellegrinaggio dei giovani a Matera ad aprile, e in una specialissima raccolta fondi per consentire di partire per Lourdes ai tanti giovani e disabili che vorrebbero farlo ma non possono. Lo hanno riferito gli organizzatori dell’iniziativa, Toti Privitera e Anastasia Bruno.

Privitera, animatore del treno bianco e veterano nell’esperienza di volontariato con l’Unitalsi e i bambini, ogni anno sceglie di partire dalla provincia di Napoli, per animare e assistere i piccoli disabili di un treno speciale dedicato ai più piccoli che si recano a Lourdes.

“La nostra volontà – spiega Privitera – è quella di sensibilizzare nei confronti della nostra realtà associativa. Con il progetto Doniamo colore permettiamo alla gente di conoscere l’Unitalsi e, allo stesso tempo, regaliamo loro un braccialetto dai diversi colori, che ricorderà il bel gesto di aver contribuito alla raccolta dei fondi, destinata ad incrementare la partenza dei tanti che vorrebbero raggiungere Lourdes e vivere un esperienza intensa di volontariato, di speranza e di gioia”.

Prima di Natale, l’Unitalsi è stata presente nelle principali piazze di Catania, con stand che hanno messo a disposizione anche i bracciali in cinque colori.

Del pellegrinaggio dei giovani a Matera, in programma dall’1 al 3 aprile 2016, se ne occupa anche Anastasia Bruno (entrata nell’Unitalsi all’età di 5 anni), che racconta: “Coinvolgeremo tutti i giovani unitalsiani siciliani nel pellegrinaggio a Matera. Sarà davvero emozionante perché vi si incontreranno tutte le sottosezioni d’Italia e vivremo in esperienza davvero stupenda”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *