Prosegue il progetto del Polo Scolastico a Cupra Marittima

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

AnnibaliPubblichiamo la nota dell’amministrazione di Cupra Marittima

CUPRA MARITTIMA – L’amministrazione comunale vuole informare la cittadinanza in merito all’andamento del progetto realizzativo del nuovo polo scolastico, avviato nel 2001 con l’affidamento di una consulenza per dar corso ad uno studio di fattibilità relativo alla sua realizzazione. Nel corso del 2006 entro il termine di scadenza fissato pervenne un’unica proposta da parte di una società, poi sostituita con il subentro di altro soggetto giuridico.

Il project financing complessivo prevede anche la realizzazione della sede dell’Istituto superiore, di competenza della Provincia di Ascoli Piceno, che ha modificato il suo impegno da 2,8 a 1,6 mln di euro, ed oggi non gode delle migliori condizioni istituzionali/finanziarie della sua storia. L’intervento finanziario totale pari ad euro 6.000.220,60, prevede anche che la somma di euro 3.754.689,20 deriverebbe oltre tutto dall’alienazione del vecchio edificio scolastico.

E’ evidente quindi che si tratta sia di un percorso complesso dal punto di vista amministrativo, realizzato tramite lo strumento del project financing, quanto anche di un progetto finanziariamente importante, che nel suo divenire ha attraversato una grave crisi economica che ha inciso fortemente sull’economia nazionale ed in particolare sul settore edile. La volontà politica, che ha visto la coincidenza di intenti nel corso degli anni di svariate amministrazioni, è stata ed è, nel preminente interesse pubblico, di arrivare alla realizzazione del nuovo polo scolastico e l’amministrazione comunale sta operando al fine di addivenire ad una conclusione positiva con l’avvio dei lavori, chiedendo al responsabile del procedimento di valutare in tempi certi la sussistenza delle condizioni tecniche, normative ecc. per poter iniziare la realizzazione del polo.

Si ritiene altresì che un procedimento amministrativo non possa avere una durata indeterminata e che quindi debba avere comunque una conclusione, dato che la sua permanenza senza alcun esito finale impedisce di avviare altre forme di intervento, rivolte anche all’attuale plesso scolastico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *