Consiglio comunale pre natalizio su storni dal fondo di riserva e CUP

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il presidente Marco Calvaresi ha convocato il Consiglio comunale per mercoledì 23 dicembre alle ore 19,30 per discutere tre punti all’ordine del giorno. Oltre all’approvazione dei verbali delle sedute precedenti, sono in discussione:

– La comunicazione degli storni dal fondo di riserva deliberati nei giorni scorsi dalla Giunta comunale per far fronte a diverse necessità: l’acquisto di un veicolo per la Polizia Municipale specificatamente attrezzato per i controlli ambientali (17.500 euro), il completamento della manutenzione straordinaria dello stadio “Riviera delle Palme” (40.000 euro), l’integrazione del fondo per il risarcimento dei danni pagati in base ad accordi bonari (4.700 euro circa) il cartellone di “Città in festa” (43.000 euro circa), l’integrazione degli interventi culturali e turistici 2015 (10.800 euro circa), i lavori di ampliamento degli accessi del centro sociale “Primavera” per aumentare i posti disponibili per non autosufficienti (85.000 euro).

– La presa d’atto del recesso dal Consorzio Universitario Piceno del Comune di Spinetoli e della Provincia di Ascoli Piceno. La nuova compagine consortile è ora costituita dal Comune di Ascoli Piceno e da quello di San Benedetto, che insieme detengono il 95% delle quote, mentre il restante 5% è suddiviso tra Unione dei Comuni della Valle del Tronto e Comune di Folignano. La spesa a carico del Comune di San Benedetto del Tronto è invariata rispetto al passato (400.000 euro annui) con l’ipotesi di ridurla a partire dal 2018 a euro € 378.500. La delibera propone inoltre di prendere atto del protocollo siglato in assemblea del CUP pochi giorni fa in base al quale gli Enti soci del Consorzio Universitario Piceno, al fine di verificare la fattibilità di un’eventuale internalizzazione, da parte dei singoli enti soci, delle funzioni di programmazione, sviluppo e coordinamento delle attività universitarie e post universitarie svolte dal Consorzio, si impegnano ad effettuare nel corso del prossimo esercizio una verifica in sede assembleare sulle funzioni e delle attività demandate al Consorzio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *