Unione europea: Parlamento e Consiglio, confronto su migranti, terrorismo e Brexit

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

BruxellesEmergenza profughi e flussi migratori, Unione economica e monetaria, lotta al terrorismo e sicurezza interna, Brexit: sono i temi iscritti nell’agenda del Consiglio europeo che si terrà il 17 e 18 dicembre a Bruxelles e che vedrà impegnati i 28 capi di Stato e di governo Ue, con trattative politiche che si preannunciano in salita. Saranno gli eurodeputati, riuniti in sessione plenaria a Strasburgo dal 14 al 17 dicembre, ad anticipare questi argomenti, in un confronto in emiciclo con il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker e con la Presidenza lussemburghese del Consiglio. Particolare attenzione stanno suscitando le richieste di riforma dell’Unione avanzate dal primo ministro britannico a tutti i partner europei in vista del referendum per la permanenza nell’Ue del Regno Unito. I deputati affronteranno anche le relazioni Ue-Russia e la situazione in Ucraina, previsti come temi del Consiglio europeo, nonché il controverso progetto del gasdotto Nord Stream. Fra gli altri punti in discussione a Strasburgo figurano gli esiti della Conferenza sul clima di Parigi, il controllo delle frontiere esterne, l’Unione per l’energia, il contrasto al commercio di armi. Il 16 dicembre è fissata la consegna del Premio Sacharov 2015 per la libertà di pensiero e i diritti umani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *