Parrocchia San Giuseppe: incontro con l’avvocato Simone Pillon sulla “Teoria Gender”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

PaolantonioDi Sara De Simplicio

SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – “La Teoria Gender e la Famiglia nel Mirino”: questo il titolo dell’incontro di informazione-formazione tenutosi a Paolantonio lunedì 7 dicembre nell’auditorium del complesso parrocchiale di San Giuseppe. La serata è stata organizzata dal Forum Associazioni Familiari Abruzzo, una rete associativa che organizza convegni e incontri sulle tematiche dell’integrazione, del problema della natalità e della famiglia: a rappresentarlo c’erano l’avv. Paola D’Alesio, vicepresidente del forum, e l’avv. Simone Pillon del comitato “Difendiamo i nostri figli”, accompagnati da Patrizio Alessandrini, consigliere dell’Associazione nazionale Famiglie Numerose.

Dopo i ringraziamenti iniziali di quest’ultimo e dell’avvocatessa D’Alesio, che ha portato a tutti i saluti del presidente del Forum Stefano Bucceroni, è stata la volta delle parole dell’avvocato Pillon, il quale da mesi gira l’Italia per sensibilizzare e nello stesso tempo proteggere il fronte della difesa della famiglia naturale.

Infatti, come afferma lo stesso Pillon, “il concetto di famiglia naturale proprio oggi si trova a subire un duro  attacco perché, paradossalmente, nel 2015 l’essere distintamente uomo e donna non è più un assunto così scontato e naturale. Questa generazione si sta abituando a non farsi domande perché il sistema sta cercando di disarticolare fortemente l’identità delle persone, partendo dai più piccoli. Oggi non ci si chiede più “chi sono, da dove vengo e qual è il senso della vita.(…) A chi si chiede se la teoria del gender esiste o no rispondo che basta leggere il documento dell’Ufficio regionale per l’Europa dell’Oms e BZgA (Organizzazione Mondiale Sanità e Centro Federale Tedesco per l’Educazione alla Salute), nel quale sono state tracciate le linee guida da seguire per l’educazione sessuale dei bambini e dei ragazzi, divisi per fasce di età: in questo documento si parla infatti esplicitamente sin dall’età infantile di masturbazione precoce, ricerca del piacere e di <<consolidare l’identità di genere>>, come se non fosse già scritto in ogni cellula del nostro corpo se noi siamo uomini oppure donne. Anche la legge non ci aiuta in questo visto che il POF contenuto nel Decreto della Buona Scuola è  volutamente oscura in questo senso e pieno di riferimenti normativi. Il Gender è un’ideologia molto pericolosa che vuole paradossalmente “insegnare a liberarsi dagli stereotipi di genere”…. ma che l’uomo debba essere un papà e la donna una mamma non sono di certo stereotipi: è semplicemente naturale”.

Al termine dell’incontro l’avvocato Pillon, prima di fermarsi a rispondere ad alcune domande poste da alcuni genitori presenti in sala, ha concluso il suo discorso menzionando una frase di Giovanni XXIII, pronunciata nel lontano 1962 e perfetta per “aiutare” a risvegliare le coscienze e a ricordare il senso profondo della vita: “la nostra vita è pellegrinaggio, del cielo siamo fatti: ci soffermiamo un po’ qui e poi riprendiamo la nostra strada”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *