Bambini: Aibi, al via la campagna “Fame di mamma” a favore dell’infanzia abbandonata

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

bidoneIn Italia sono circa 30mila i bambini fuori famiglia. Ogni anno circa 3mila neonati vengono rifiutati al momento della nascita e di questi solo 400 vengono salvati perché abbandonati al riparo nelle culle termiche o all’interno degli ospedali, degli altri si perde traccia o si ritrovano troppo tardi. “Fame di Mamma” è la campagna di Aibi (Amici dei Bambini) per dire basta all’abbandono in Italia. L’obiettivo è contribuire al consolidamento e allo sviluppo dei servizi a favore dell’infanzia abbandonata e delle mamme con figli che vivono in situazione di disagio. Dal 6 al 21 dicembre sarà possibile sostenere l’iniziativa, donando 2 euro attraverso il numero 45 505 e 2 o 5 euro allo stesso numero da rete fissa. Lo spot a sostegno della campagna – realizzato dall’agenzia Havas Worlwide Milan e dal regista Ago Panini – andrà in onda sulle reti Mediaset e La7 dal 6 al 19 dicembre 2015.  Attraverso questa campagna vengono sostenute le strutture di accoglienza di Aibi, tra cui le case famiglia, le comunità mamma-bambino, le culle per la vita, gli appartamenti per mamme fragili con figli e la Family House, la prima “clinica per la cura del male dell’abbandono” in Italia. Sostengono “Fame di Mamma” tanti testimonial: Cristiana Capotondi, Anna Falchi, Sabina Guzzanti, Roberta Lanfranchi, Max Laudadio, Melissa Satta, Francesca Valla, Savino Zaba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *