VIDEO Una parrocchia in festa per il compleanno del suo amato parroco emerito Don Pacifico Forlini

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Don Pacifico Don Pacifico2
Di Sara De Simplicio, video Don Marco Di Giosia

SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Il 2 dicembre tutta la comunità parrocchiale di San Giuseppe di Paolantonio in Sant’Egidio alla Vibrata si è raccolta attorno al suo parroco emerito, Don Pacifico Forlini, per festeggiare i suoi novantacinque anni.

Lungo l’arco della giornata sono stati in tanti a porgere gli auguri al festeggiato, come anche l’attuale Vescovo diocesano Carlo Bresciani, di Mons. Gervasio Gestori e il vicario don Romualdo Scarponi ma la festa ha avuto inizio intorno alle ore 21.00 con una Celebrazione Eucaristica all’interno della casa parrocchiale dove Don Pacì abita tutt’ora, celebrazione presieduta da lui stesso alla presenza del parroco attuale di Paolantonio, Don Marco Di Giosia (che lo ha sostituito alla guida della parrocchia nel mese di ottobre del 2009) e di un’ ampia rappresentanza di parrocchiani, in particolare di quelli che lo hanno accompagnato e sostenuto sin dall’inizio del suo servizio sacerdotale come primo parroco della comunità di Paolantonio. Durante l’omelia Don Pacì ha profuso parole di speranza e di fiducia, frutto della vita di preghiera e dell’esperienza maturata in questi lunghi anni e nel corso della serata ci sono stati attimi di intensa commozione, in un’atmosfera di grande partecipazione, gioia ed entusiasmo. Si sono, infatti, ripercorsi con molta familiarità e dolcezza alcuni momenti importanti della sua vita e della sua storia sacerdotale e Don Pacì ha ringraziato tutti i presenti per avergli rinnovato la stima e l’affetto di sempre.

Al termine della celebrazione eucaristica è stato organizzato, all’interno della casa parrocchiale, un ricco buffet conclusosi con una grande torta di compleanno accompagnata dallo spumante e dall’immancabile “Tanti auguri” intonato dai componenti del coro parrocchiale e da tutti i presenti.

Uno dei primi collaboratori, tra i “fedelissimi” vicini a Don Pacì sin dagli inizi della sua attività pastorale a Paolantonio, Berardo De Simplicio, ha espresso al festeggiato, su richiesta del parroco Don Marco e a nome anche di tutti i parrocchiani, parole di affetto e di profonda gratitudine e gli ha poi consegnato un omaggio floreale con una cornice-ricordo contenente una pergamena di ringraziamento per gli oltre 45 anni dedicati alla cura e al servizio della parrocchia, prima come parroco e poi come confessore oggi. Nel discorso, infatti, è stato ricordato il suo percorso sacerdotale che ebbe inizio con l’entrata nel seminario diocesano di Montalto Marche e poi proseguito nel seminario di Fano.

Don Pacifico fu ordinato sacerdote il 29 giugno 1946 a Cupra Marittima da S.E. Mons. Luigi Ferri e dal 1946 al 1952 è stato vice parroco a Sant’Egidio alla Vibrata con don Filippo Giovannozzi e poi con don Ruggero Micioni dal 1952 al 1968.

Il 1° gennaio del 1969 il Vescovo Mons. Vincenzo Radicioni comunicò a Don Pacifico la nomina a primo Parroco della nuova Parrocchia San Giuseppe in Paolantonio di S.Egidio alla Vibrata: il suo insediamento avvenne però più tardi, precisamente il 19 marzo, presso l’allora palestra scolastica, che, per oltre quattro anni, venne adibita a chiesa.

Don Pacifico3Nel novembre del ’69 venne posta poi la prima pietra dell’attuale chiesa di San Giuseppe, i cui lavori iniziarono unitamente a quelli della casa parrocchiale: la chiesa venne inaugurata al culto il 29 giugno del 1973 dallo stesso Vescovo Radicioni e intitolata a San Giuseppe in omaggio a don Giuseppe De Simpliciis, un benefattore che dall’America aveva finanziato la realizzazione della nuova chiesa del Sacro Cuore della Parrocchia di S.Egidio alla V.ta.

Nel corso degli anni, poi, don Pacifico si è prodigato anche per abbellire e ampliare il complesso parrocchiale: nel 1993 fu aggiunto l’organo realizzato da Antonio Di Renzo composto da circa 1500 canne e nello stesso anno fu realizzato il mosaico del Sacramento, di circa 70 metri, e la nicchia di San Giuseppe, di circa 20, entrambi progettati e realizzati da Padre Remo Rapone. Sempre ad opera di quest’ultimo nel 1995 venne realizzato il mosaico esistente dietro l’altare principale (circa 130 mq) e quello della nicchia della Madonna (15 mq) mentre nel 2000 iniziarono i lavori per la realizzazione del Centro Anziani “Non vi lascerò più soli”, progettato dall’Ing. Di Monti Maurizio ed inaugurato nel 2001.

Don Pacifico ad oggi non solo è il Decano del Clero Diocesano (visto che il prossimo 29 giugno festeggerà i 70 anni di sacerdozio) ma è anche la persona più longeva tra gli uomini della parrocchia di Paolantonio e, pertanto, nell’annuale Festa degli Ultrasettantenni, della quale nel 2016 si terrà la 40° edizione, gli verrà consegnata  la medaglia d’oro, dopo quelle d’argento ottenute nel 2014 e nel 2015.

Si è conclusa così, tra ricordi e sorrisi, una bellissima giornata di festa, di intense emozioni, di convivialità e di gioia che ha fatto assaporare la bellezza dell’ “essere Chiesa”…

Il centro dell’attenzione e il motivo di festa è stato Don Pacifico, un sacerdote speciale, un “vero prete”, dall’animo generoso e disponibile, determinato e saggio, con una forte tempra e con un grande spirito d’iniziativa, che ha fatto della preghiera, dell’umiltà, del servizio, del sacrificio e della fede i fili conduttori della sua bella e lunga vita.

Don Pacifico4

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *