San Benedetto, rifugiati politici al lavoro nel centro cittadino

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page
RifugiatiSAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ iniziato, mercoledì 2 dicembre, con la potatura degli oleandri di viale Buozzi e piazza Giorgini, il lavoro prestato dai quattro giovani rifugiati politici provenienti da Pakistan e Nigeria.

In Italia da maggio, dopo aver frequentato un corso formativo sulla sicurezza sul lavoro, coadiuvati dal capo operaio del servizio Parchi e giardini, per tutta la mattinata i ragazzi hanno lavorato nel centro cittadino.

Ricordiamo che i giovani, sulla base del protocollo d’intesa stipulato tra Comune e Prefettura di Ascoli Piceno, presteranno il servizio gratuito ogni mercoledì come previsto dalla convenzione stipulata dall’Amministrazione comunale in collaborazione con le associazioni “Casa Lella” e “I Care” che si occupano della prima accoglienza dei richiedenti asilo politico e protezioni internazionali.

“Grazie alla collaborazione con due associazioni del territorio e all’impegno dei quattro ragazzi – spiega l’assessore all’immigrazione Luca Spadoni – riusciamo a mettere in pratica un principio fondamentale dell’accoglienza dei rifugiati politici: creare una reale integrazione dei soggetti ospitati in città che, attraverso il lavoro volontario, si rendono utili anche per il mantenimento del decoro urbano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *