Colletta Alimentare, la Caritas di Sant’Egidio Alla Vibrata ringrazia i cittadini per la generosità

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

CollettaDi Sara De Simplicio

SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Anche a Sant’Egidio alla Vibrata lo scorso sabato, 28 novembre, è stata la giornata dedicata alla Colletta Alimentare. Infatti, i componenti della Caritas della parrocchia di San Giuseppe di Paolantonio hanno contribuito a organizzare la raccolta alimentare nei vari supermercati della zona, in linea con il progetto di carattere nazionale promosso dal Banco Alimentare. In totale sono stati sei i supermercati locali aderenti all’iniziativa (Coal, Eurospin, Tigre, Jumbo, Tuodì e Conad Margherita) e circa cinquanta le persone coinvolte tra giovani, adulti e anziani in un servizio che ha occupato l’arco temporale compreso tra le ore  8.30 e le ore 20.00, visto anche gli orari continuati di alcuni di questi supermercati.

Per tutto il giorno è andato, quindi, in scena un turn over organizzato in modo tale da essere efficiente e proficuo, e che ha visto anche alternarsi alcune delle stesse persone che usufruiscono, poi, del servizio Caritas locale.

Forti, dunque, la partecipazione e il coinvolgimento da parte di tutti i volontari che si sono posizionati, secondo le diverse disposizioni, fuori dai supermercati in attesa di consegnare ai passanti un volantino e una busta di plastica, spiegando loro il senso e l’idea alla base dell’iniziativa.

Grande anche la risposta della gente: molte, infatti, sono state le persone che all’uscita hanno donato una busta di spesa per le famiglie più bisognose. Un gesto molto significativo e nobile, visti anche i tempi difficili in cui versa buona parte della popolazione a causa della crisi economica dilagante: solo a Sant’Egidio alla Vibrata, infatti, sono già circa 150 le famiglie aiutate dalle Caritas di Paolantonio e di Sant’Egidio alla Vibrata.

Al termine della giornata, poi, tutti gli alimenti raccolti dai volontari sono stati suddivisi in scatoloni a seconda della tipologia di prodotto, poi caricati su dei furgoni e consegnati al deposito della Caritas di Teramo, da dove verranno in seguito prelevati e trasportati in direzione di Pescara, per poi essere di nuovo ridistribuiti tra le varie Caritas.

Il bilancio è stato più che positivo: circa 25 quintali di merce raccolta nella zona di Sant’Egidio alla Vibrata, di cui per la maggioranza pasta, pelati, riso, omogeneizzati e zucchero.

Un riscontro molto importante perché concreto, segno anche di un attivismo fortunatamente mai domo di fronte alla promozione di eventi come questo di sabato: un aiuto che significa non tirarsi indietro davanti ad un’iniziativa che ha il sapore della solidarietà, della condivisione e della carità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *