Ambiente: mons. Follo (S. Sede), “La Terra deve essere gestita con intelligenza e lungimiranza”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Follo“Papa Francesco ci invita a una formazione ecologica che deve tener conto di un’etica della vita e del dialogo”. Così si è espresso mons. Francesco Follo, osservatore permanente della Santa Sede presso l’Unesco a Parigi, intervenendo alla Conferenza generale dell’Agenzia Onu in occasione del 70° di fondazione. Follo ha elogiato l’impegno dell’Unesco in ambito educativo, confermando lo stretto legame tra istruzione, pace, cultura e clima. Mons. Follo ha evidenziato “come l’Unesco sia fortemente coinvolta nei preparativi per la prossima Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici”. A Radio Vaticana ha poi affermato che la natura è per noi “un dono di Dio”. Il presule ha aggiunto che “l’atteggiamento” nei confronti della Terra non deve essere “utilitaristico” o peggio “predatorio”, ma “umano”, che viene dal rispetto dal “lavoro e l’assunzione di responsabilità”. “La Terra deve essere gestita con intelligenza e lungimiranza”. Ha quindi concluso che la “cultura è un pilastro per la costruzione della pace” e la tutela dei diritti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *