Don Luis ed i suoi primi dieci anni in Valtesino

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Di Alessio Rubicini

RIPATRANSONE – 5 Novembre 2005 – 5 Novembre 2015… Caro Padre Luis, ridendo e scherzando siamo arrivati tutti insieme al traguardo dei tuoi primi 10 anni di permanenza nella nostra Comunità Parrocchiale.

Passami la battuta, per favore… Ridendo e scherzando è alquanto riduttivo se, tutti insieme, ci mettiamo a ricordare quante ne abbiamo fatte e quante ne abbiamo vissute in questi 10 anni. Sì… Abbiamo riso, abbiamo scherzato, abbiamo “magnato tanti dolcetti” ma, soprattutto, abbiamo lavorato sodo tutti insieme per questa nostra piccola, ma per noi tanto grande, Comunità Parrocchiale.

Per l’occasione ho voluto andare a riprendere la tua prima lettera mensile alle famiglie che ci hai inviato nei primi giorni di Novembre 2006, un anno esatto dopo il tuo arrivo in Valtesino.

“Carissimi, trascorso il primo anno del mio ministero come Parroco di questa Comunità, vorrei giungere a voi per manifestare la mia profonda gratitudine per la vostra accoglienza e la vostra collaborazione. Sono, davvero, grato al Signore per il vostro affetto, per la vostra generosità nel condividere ciò che Dio vi dona, per la disponibilità di tanti nei servizi nella Comunità (pulizia della Chiesa, catechesi, oratorio, liturgia, coro, chierichetti, mano d’opera per i lavori fatti, visita ai malati, allestimento della Chiesa…)”

La tua lettera poi continuava con un folto elenco di cose fatte nel tuo primo anno con noi: la sistemazione dei locali parrocchiali per la catechesi e della canonica, il Salone Parrocchiale appena dedicato a Don Ubaldo Grossi, la messa a norma di tutti gli impianti, il nuovo Ambone della nostra Chiesa, la nuova sistemazione della statua di Sant’Antonio, i nuovi quadri di San Giuseppe, dei pastorelli di Fatima e della visione di Suor Lucia, il nuovo Fonte Battesimale.

Ma poi ci aggiornavi, anche sulla catechesi ormai riorganizzata così come il servizio liturgico, il Coro Parrocchiale e la visita agli ammalati… Avevi anche aggiornato e corretto i Registri Parrocchiali dopo appena un anno…

Poi finivi esprimendo la tua gioia nel vedere la frequenza dei bambini alla catechesi, la partecipazione costante alla Messa quotidiana, la disponibilità nell’organizzare le Via Crucis quaresimali, l’impegno per la preghiera del Santo Rosario, la gioia dei Giovani nei loro incontri, la dedizione del Comitato Festa, nonché la convivialità nelle nostre case degustando tutte le nostre specialità.

Concludevi la tua lettera dicendo “Sono certo che ancora potrò contare su di voi per rinnovare la nostra Comunità. Abbiamo bisogno di persone disponibili per la catechesi e l’oratorio, mani laboriose per pitturare l’interno della Chiesa prima della prossima Festa Patronale, migliorare ulteriormente le nostre celebrazioni con una attiva partecipazione di ogni fedele e con una presenza maggiore al Coro. Speriamo presto di poter benedire la nuova mensa dell’Altare e gioire ancora con tutte le prossime iniziative e celebrazioni”.

Beh… Caro Padre Luis, a distanza di 9 anni da quella tua lettera possiamo dire che dopo un anno qui in mezzo a noi di cose ne avevi fatte già tante e vediamo pure che ad oggi, giorno del tuo decennale in Valtesino, moltissime altre ne abbiamo fatte ancora. Tutti noi insieme, abbiamo scritto molte pagine nel libro della storia della nostra Parrocchia. Ma non sto qui a ricordare tutti i momenti vissuti in questi anni, tutte le celebrazioni fatte, tutte le feste vissute assieme, tutto ciò che abbiamo condiviso dentro questa Chiesa, nelle Sale Parrocchiali o nelle nostre case, né tutti i momenti fortemente dolorosi che hanno segnato i nostri cuori in questo arco di tempo.

Questa sera vogliamo solo rendere grazie a Dio per questa nostra Comunità Parrocchiale che tutti insieme abbiamo condotto fino ad oggi.

Vogliamo manifestare la nostra profonda gratitudine a Dio nostro Padre per aver saputo mantenere fede ai propositi che tu ci avevi posto innanzi all’inizio del tuo ministero qui in Valtesino ed implorare la Sua misericordia per quelli che non abbiamo saputo rispettare. Vogliamo continuare a condividere la gioia per ciò che Egli ci dona ogni giorno e continuare a renderci disponibili per assicurare i vari servizi della nostra Comunità.

Siamo certi, comunque, che non hai mai sentito la mancanza di gente disponibile a rinnovare la nostra Comunità ogni giorno e a mettersi al servizio dei nostri fratelli nei vari momenti che caratterizzano la vita della nostra Parrocchia e confidiamo in Dio Padre affinché mai in futuro ci faccia mancare il desiderio di essere “Servi per amore” di questa nostra Comunità.

GRAZIE DON LUIS, che tu possa continuare ad essere sempre strumento nelle mani di Dio qui in mezzo a noi, discepolo in ascolto ed umile servo del Signore così come lo sei stato in questi 10 anni qui in Valtesino.

Caro Padre Luis, che Dio benedica te e la nostra Comunità Parrocchiale e continui sempre ad essere Luce che guida i nostri passi nel cammino della nostra vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *