Diocesi, concluso il 68 corso di Cristianità donne, adesso ha inizio per loro il quarto giorno

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Corso di CristianitàDi Elbano

DIOCESI – Ricorda: “Cristo conta su di te”,  questa la scritta che campeggia sul palco del teatro parrocchiale San Filippo Neri sopra ad una fila di sedie vuote ed a  un tavolo al centro; in sala uomini e donne che si salutano, si abbracciano, sorridono;  in prima fila due uomini con la chitarra provano i canti che dovranno eseguire, tutto è pronto per accogliere le partecipanti al 68° corso donne.

Si apre la tenda della porta d’ingresso alla sala,  entra Daniela TALAMONTI, la rettrice, seguita dalle venti partecipanti  al corso accolte da un fragoroso applauso dei presenti, i due uomini con la chitarra partono con l’inno dei Cursillos: A COLORI

“A colori, a colori si vestono i prati
Per la primavera.
A colori, a colori vivaci garrisce
La nostra bandiera.
A colori, a colori è l’arcobaleno
Che s’apre nel ciel.
E perciò son gli intrepidi amori,
a molti colori, che piacciono a me …….

Intanto mentre si canta e si applaude, le corsiste  si  abbracciano con i mariti, i figli, gli amici e poi via tutti sul palco a prendere posto sulle sedie preparate. Segue un silenzio rispettoso, la rettrice seduta al tavolo con accanto l’Animatore Spirituale Territoriale Monsignor  Ubaldo Speranzae l’animatore Spirituale Diocesano  Padre Renato Pegorari, dopo alcune raccomandazioni rivolte ai presenti in sala, annuncia lo svolgimento della serata ed incomincia con l’invitare le sorelle a fare la propria libera testimonianza sui tre giorni vissuti al corso.

Dopo alcuni attimi di esitazione parte la prima:” esperienza bellissima, amicizie nuove”; una seconda: “ visto il cambiamento di mio marito dopo la frequenza del corso  ho voluto provare per curiosità, invece poi mi sono resa conto che era stato il  Signore a volermi far conoscere il suo amore”; un’altra ha dichiarato che da tempo avrebbe voluto vivere questa esperienza,  ma che impegni familiari non l’avevano mai consentito ed ora, finalmente, avrebbe potuto riversare sulla sua famiglia tutto l’amore incamerato in quei tre giorni; anche le sorelle, che in questo corso avevano svolto il ruolo di “responsabili”,  hanno candidamente ammesso che erano andate certe di poter dare qualcosa alle nuove sorelle e ne sono uscite, invece, con la consapevolezza  “di aver ricevuto  tanto”.

Anche i sacerdoti, “animatori spirituali”, hanno  dato la propria testimonianza: Don Dino Pirri ha dichiarato di essersi sentito coccolato e che l’esperienza del corso andrebbe vissuta da tutti i sacerdoti perché arricchisce la conoscenza del Vangelo;  Don Guido Coccia ha dichiarato che questa era la sua prima esperienza di Cursillos  e poco prima, entrando in sala ed ascoltando il canto”a colori”,  aveva rivissuto in un momento i tre giorni del corso durante i quali aveva visto  nascere nuove amicizie e scoperto la fiducia verso l’altro, elementi questi  che avrebbero consentito di camminare insieme  e formare  un arcobaleno bellissimo; Padre Renato, convinto sostenitore del metodo dei Cursillos di Cristianità, ha dichiarato che anche in questa circostanza i tre giorni hanno dato frutti.

Monsignor  Ubaldo Speranza, riferendosi al Vangelo della domenica,  rivolto alle nuove sorelle ha detto: “anche voi, come il cieco Bartimèo, avete chiesto d’incontrare Gesù ed amici vi hanno portato al Signore ed ora rimanete con Lui e condividete il vostro cammino, le vostre stesse esperienze perché insieme avete visto il Signore”.

La serata si è conclusa con la consegna dei Crocifissi a tutte le partecipanti a ciascuno delle quali viene ricordato: “Cristo conta su di te”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *