Amnesty international, spose bambine: i matrimoni forzati nel mondo sono 13,5 milioni

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

spose bambineLa messa in scena, simbolica, di un matrimonio precoce forzato tra una bambina di 10 anni e un uomo di 47 anni. È l’iniziativa organizzata oggi alle 12, davanti al Pantheon di Roma, da Amnesty international, per difendere e proteggere le bambine dai matrimoni forzati e altre forme di violenza. Si stima che nel mondo siano almeno 13,5 milioni (dati Unfpa-Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione) le ragazze costrette a sposarsi prima dei 18 anni con uomini molto più anziani: 38mila bambine ogni giorno. L’evento di oggi sarà messo in scena come un matrimonio tra Giorgia, 10 anni, e Paolo, 47 anni, con invitati alle nozze in abiti da cerimonia. Si raccoglieranno intorno agli sposi festosi finché non ascolteranno la testimonianza della sposa bambina. Molte di loro sono isolate dalle famiglie di appartenenza, perdono la libertà e sono sottoposte a violenze e abusi. Spesso rimangono incinte poco dopo il matrimonio. È un fenomeno radicato nell’arretratezza culturale, la povertà e la discriminazione. Interverranno per Amnesty, per presentare la campagna “Mai più spose bambine”: Gianni Rufini, direttore generale, e Riccardo Noury, portavoce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *