Economia, Bene Comune, Politica: rimettiamo l’uomo al centro

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Di Fernando Palestini

DIOCESI – Giovanni Paolo II nella Centesimus annus afferma: (…) “Negli ultimi cento anni la chiesa ha ripetutamente manifestato il suo pensiero, seguendo da vicino la continua evoluzione della questione sociale, e non ha certo fatto questo per recuperare privilegi del passato o per imporre una sua concezione. Suo unico scopo è stata la cura e responsabilità per l’uomo, a lei affidato da Cristo stesso, per questo uomo che, come il concilio Vaticano II ricorda, è la sola creatura che Dio abbia voluto per se stessa e per cui Dio ha il suo progetto, cioè la partecipazione all’eterna salvezza. Non si tratta dell’uomo «astratto», ma dell’uomo reale, «concreto» e «storico»: si tratta di ciascun uomo (…). Ne consegue che la chiesa non può abbandonare l’uomo, e che «questo uomo è la prima via che la chiesa deve percorrere nel compimento della sua missione (…)” (CA 53)

Papa Francesco ha posto l’accento in modo particolare su una “economia che uccide”, nella esortazione Evangelii Gaudium, tra le altre cose il papa afferma: “una riforma finanziaria che non ignori l’etica richiederebbe un vigoroso cambio di atteggiamento da parte dei dirigenti politici, che esorto ad affrontare questa sfida con determinazione e con lungimiranza, senza ignorare, naturalmente, la specificità di ogni contesto. Il denaro deve servire e non governare! (…) Vi esorto alla solidarietà disinteressata e ad un ritorno dell’economia e della finanza ad un’etica in favore dell’essere umano”.

Queste riflessioni hanno spinto l’Ufficio Cultura della nostra Diocesi a proporre una serie di incontri per riflettere sui temi del bene comune, dell’economia e della politica cercando di stimolare una reale partecipazione alla vita sociale, economica e politica delle nostre città mettendo l’uomo al centro del nostro interesse. Siamo veramente grati ai relatori che hanno accettato di guidarci in questo cammino.

Il primo, Franco Miano filosofo, insegna Filosofia morale presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” ed è stato Presidente Nazionale dell’Azione Cattolica Italiana dal 2008 al 2014;
Il secondo Stefano Zamagni è un economista italiano professore all’Università di Bologna, ex presidente dell’Agenzia per il terzo settore e nel 2013 è stato nominato da papa Francesco membro ordinario della Pontificia Accademia delle Scienze.
Pierluigi Castagnetti, il terzo relatore, politico italiano, parlamentare fino al 2013 è stato segretario del Partito Popolare Italiano.

incontro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *