Cinema Margherita, Woman in gold di Simon Curtis e Hotel Transylvania 2 di Genndy Tartakovsky

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

FilmCUPRA MARITTIMA – Il Cinema Margherita di Cupra Marittima da giovedì 22 a lunedì 26 ottobre presenta:

  • Woman in gold di Simon Curtis, con Helen Mirren, Ryan Reynolds, Daniel Brühl, Katie Holmes, Tatiana Maslany. Il film è stato presentato in anteprima al Festival di Berlino 2015
  • Hotel Transylvania 2 di Genndy Tartakovsky. Il biglietto di ingresso per Hotel Transylvania 2 avrà un costo di € 5,00 per tutti.

Woman in gold: Negli anni Novanta, Maria Altmann, una rifugiata ebrea ottuagenaria, da decenni residente in America, avvia un’azione legale nei confronti del governo austriaco, per recuperare un’opera d’arte che lei ritiene giustamente appartenga alla sua famiglia. Ritiene che sia un risarcimento per tutto quello che ha dovuto soffrire durante la guerra, per il solo fatto di essere ebrea. (www.trovacinema.it)

“È la vera storia di Maria Altmann. Nata viennese nel 1916 e morta negli Stati Uniti, di cui era diventata cittadina nel 1945, alla bella età di 95 anni nel 2011. Ciò che non le aveva impedito anni prima, quando di anni ne aveva già tanti, di intraprendere con l’aiuto (almeno nel film) di un giovane avvocato anche lui di origine ebreo-austriaca e di un giornalista, una apparentemente insormontabile sfida. Quella di recuperare dal riluttante e smemorato governo della repubblica austriaca alcuni dipinti Klimt appartenuti alla sua famiglia ebrea, dal cui sterminio soltanto lei si era salvata fuggendo in America, e di cui i nazisti si erano impossessati. Sfida infine vinta e non in nome del valore economico del “bottino”. La categoria di appartenenza è quella dell’opera edificante e pedagogica, povera di altri valori, ma vale il biglietto (a parte l’indiscusso interesse di ciò che si rievoca) la presenza di Helen Mirren, signora britannica della scena.” (Paolo D’Agostini – la Repubblica)

Hotel Transylvania 2: Nuove avventure per il Conte Dracula, sua figlia Mavis, i coniugi Frankenstein, la famiglia di lupi mannari composta da Wayne e Wanda, Murray la mummia e Griffin, l’uomo invisibile. I mostri, già protagonisti del primo film “Hotel Transylvania”, tornano al completo in questo sequel che li vede alle prese con un nuovo misterioso arrivato.  (www.trovacinema.it)

“Hotel Transylvania 2 segue il mostruoso (è il caso di dirlo) successo del primo film della serie, campione di incassi in tutto il mondo, e rimane fedele alla sua formula iniziale, che deve molto a La famiglia Addams: un gruppo di creature raccapriccianti vive in perfetta armonia e nel terrore delle intrusioni degli umani. Questo secondo episodio continua ad esplorare le complessità del rapporto fra un padre amorevole e una figlia indipendente, nonché il tema della tolleranza fra etnie diverse, attraverso una narrazione emotiva e diretta, che si colora di comicità pura e irresistibile grazie alle innumerevoli gag legate alla natura mostruosa dei personaggi (ivi compresi i parenti californiani di Jonathan). Gag gustosissime che fanno ridere di gusto senza mai perdere il filo della narrazione portante, che oltre al tema dei cambiamenti nei rapporti fra un padre e una figlia affronta anche quello degli aggiustamenti di rotta nella vita di una giovane donna che diventa madre e deve rinegoziare la propria identità nei confronti del figlio, del marito, del padre e di se stessa.
Con tocco gentile e umorismo garbato (ma all’occasione anche pungente) Hotel Transylvania 2 dà spazio comico a un’amabile galleria di personaggi sgangherati, ognuno dei quali si mantiene in equilibrio fra la propria natura mostruosa e la propria inclinazione personale, spesso diametralmente opposta a quella prevista per il suo particolare genere. La star resta sempre il Conte Drac (in italiano doppiato da Claudio Bisio), vampiro supercool dall’agilità di un ballerino e la ferocia di un guerriero ninja, abilissimo in tutto fuorché nel gestire i rapporti famigliari, ironico, contemporaneamente iconico e iconoclasta, deliziosamente irrisolto e irriverente.
La sceneggiatura, cofirmata dai comici Adam Sandler e Andy Samberg (che dà la voce a Drac nella versione originale) centra quella particolare varietà di umorismo americano in bilico fra naiveté e saggezza pop(olare), le stesse caratteristiche che stanno alla base della fama dei due attori-autori ma che, nell’animazione, prendono letteralmente il volo approfittando della sospensione totale dell’incredulità. E il background internazionale del regista Genndy Tartakovsky, nato e cresciuto in Russia e vissuto in Italia prima di approdare agli Stati Uniti, contribuisce a dare alla storia una spigolatura europea che non guasta, come l’oliva nel Martini.” (Paola Casella – mymovies.it)

Anche per la stagione 2015-2016 il Cinema Margherita propone la Tessera Acec Marche. La tessera costa € 5, permette di avere 5 ingressi ridotti, più uno in omaggio, ed è utilizzabile in tutte le Sale Acec Marche.

Ingressi: € 6,50 interi, € 5,00 ridotti
Ingresso universitari: € 4,00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *