Lungomare sud, ecco la nuova pista ciclabile

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Lungomare lungomare2GROTTAMMARE – Via il porfido e le aiuole spartitraffico e nuova illuminazione a LED per la pista ciclabile del lungomare sud.

La giunta comunale ha approvato giovedì scorso il progetto definitivo della riqualificazione  del tratto a sud del viale De Gasperi. Progetto che unisce, nel nome della mobilità alternativa, i tre comuni della Riviera delle Palme, destinatari di fondi ministeriali banditi col Piano nazionale sicurezza stradale.

Entro il 10 ottobre scorso, infatti, andavano inoltrate alla Regione Marche in maniera congiunta le proposte di messa in sicurezza che compongono il progetto Ciclovia Costa Picena, in esecuzione dell’accordo sottoscritto tra le amministrazioni comunali di San Benedetto del Tronto, Grottammare e Cupra Marittima nell’autunno 2013.

Il costo complessivo della proposta “Ciclovia Picena” è pari a 889.000 € (per tutti e tre i comuni!) e verrà finanziato per il 45% con fondi del Ministero dei Trasporti.

Per quanto riguarda il tratto grottammarese, prevede la revisione del viale ciclabile a sud della foce del torrente Tesino, con l’obiettivo di renderne più agevole la percorribilità. L’intervento si svilupperà su 1250 metri, valore di progetto 330.000 € .

La nuova veste del lungomare sud è stata predisposta dal Gruppo interno di progettazione, integrato dai tecnici ing. Michele Baldassarri, per gli aspetti relativi all’impianto di pubblica illuminazione, e dall’agronomo Lorenzo Granchelli, per quelli relativi alla modifica del sistema del verde.  L’impianto della riqualificazione, infatti, si sviluppa su tre direttrici: mobilità ciclabile,  illuminazione e arredo verde.

Mobilità ciclabile:  la messa in sicurezza del percorso è perseguita trasferendo ai lati dello stesso gli elementi attualmente al centro della pista – aiuole, vegetazione e pali dell’illuminazione pubblica – e sostituendo il rivestimento in porfido presente in alcuni tratti con pavimentazione al quarzo; inoltre, verrà rafforzata la separazione tra la pista e la carreggiata stradale con una siepe di pitosfori.

Illuminazione: la pubblica illuminazione verrà potenziata e adeguata alla normativa regionale contro l’inquinamento luminoso (l.r. 10/2002), mediante la sostituzione dei corpi illuminanti attuali con più moderni sistemi a tecnologia LED. Gli attuali 120 lampioni verranno sostituiti con 75 elementi di nuova generazione in alluminio; di questi, 47 – verranno disposti non più sulla mezzeria ciclabile ma sulla linea di confine tra questa e il percorso pedonale.

Arredo verde: la nuova sistemazione dell’arredo verde prevede non solo il ricollocamento delle essenze attuali, ma anche la messa a dimora di nuovi palmizi in luogo di quelli devitalizzati a causa del punteruolo rosso. Sono previste, pertanto, la ricollocazione delle 17 phoenix canariensis ad ovest e dei 168 oleandri ad est della pista e l’integrazione del sistema verde con 23 esemplari di Washingtonia spp, in sostituzione parziale delle Phoenix già compromesse dal coleottero. Verranno inoltre rimossi i resti di 52 palme devitalizzate.

“Proseguiamo speditamente nella realizzazione dell’opera prevista da Orizzonte Comune, il nostro programma elettorale – fanno notare all’unisono il sindaco Enrico Piergallini e l’assessore ai Lavori pubblici, Alessandro Rocchi -. Con questo progetto intendiamo dare un segnale forte alla parte sud della città poiché fa tesoro di alcune segnalazioni che negli anni ci sono state fatte da cittadini e turisti riguardo ai problemi di percorribilità e utilizzo della pista ciclabile. Miglioriamo, senza stravolgere, quella che è stata un’opera fondamentale per la città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *