Una borsa di studio e un concorso di disegno legati al mondo del mare

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

Escono il 1° ottobre due bandi di concorso della Omnibus, legati al mondo del mare, così importante per i comuni rivieraschi. Il primo bando di concorso, legato alla celebrazione della Giornata Onu dei Lavoratori Marittimi, 25 giugno, per cui la Omnibus ha il patrocinio Onu, è per la borsa di studio “Omnibus Omnes”,  per studenti figli di lavoratori marittimi e vittime del mare, frequentanti la 5° classe delle scuole primarie statali dei Comuni coinvolti. Dice Raffaella Milandri, Presidente della Omnibus: “Iniziamo per il primo anno con una borsa di studio di 200 euro, ma contiamo negli anni a seguire di allargare sia i Comuni partecipanti che l’entità delle borse di studio messe in palio. Vogliamo fare un gesto doveroso di ringraziamento nei confronti di una categoria così preziosa per il nostro territorio, che nutre con il proprio duro lavoro la nostra cultura, il nostro turismo e la nostra gastronomia.”

Qui il link per scaricare il modulo di partecipazione e il bando: http://omnibusomnes.org/bandi.htm

Il secondo bando, legato alla Giornata Onu degli Oceani 8 giugno, è per il concorso di disegno “Viviamo il mare” per alunni frequentanti la 3° classe delle scuole primarie statali  dei Comuni coinvolti. Il tema è il mare, il rispetto per esso e la tutela dell’ambiente costiero. Il primo premio è un kit completo di zaino, astuccio e quaderni per cui lo sponsor è la Spipercart.

Qui il link per scaricare il bando: http://omnibusomnes.org/concorsi.htm

Per partecipare, occorre rivolgersi direttamente al corpo docente o contattare la associazione all’indirizzo info@omnibusomnes.org , oppure su facebook alla pagina: https://www.facebook.com/omnibusomnes

Le premiazioni, contestualmente ad una mostra dei disegni del concorso, avverranno durante la celebrazione delle Giornate Onu, a fine giugno 2016, durante le quali è prevista la presenza del Responsabile Onu Italia, il Dott. Fabio Graziosi, già intervenuto a giugno scorso.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *