Ospedale “Madonna del Soccorso”, diamo voce ai pazienti

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this page

San BenedettoDi L. F.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Abbiamo deciso in queste settimane di sviluppare un focus sul nostro ospedale “Madonna del Soccorso” di San Benedetto del Tronto.

Iniziamo con il dire che l’attenzione per i pazienti e i visitatori al nosocomio di San Benedetto del Tronto probabilmente non è da medaglia d’oro.
Le lamentele sono tante e quasi sempre le stesse, ma è giusto partire da quelli della struttura fisica.
Primo fra tutti il problema dei solchi nella strada che porta all’ex pronto Soccorso e dove ora si accede a diversi reparti, tra cui ortopedia, dialisi, Guardia Medica, SERT.
La strada è piena di buche e per i pazienti che devono essere sottoposti ai vari controlli è un grave disagio.

Il problema è stato sottoposto diverse volte all’attenzione degli organi competenti, ma nel corso degli anni la pavimentazione stradale è solo peggiorata.
E’stata costruita invece negli ultimi mesi la tettoia sopra il parcheggio riservato ai dializzati.

Tanto di cappello per quest’ora che permette ai dializzati di scendere dall’auto senza bagnarsi, ma tutti gli altri invalidi e ammalati sono costretti la maggior parte delle volte a subìre le intemperie del meteo, perché i posti sotto l’altra tettoia, dove campeggiano diversi cartelli con la scritta ‘Parcheggio ambulanze’ sono quasi sempre occupati da auto di persone fisiche (vedi foto).

Nei giorni di martedì, giovedì e sabato, in cui si concentrano il maggior numero di raggi e visite in ortopedia la situazione è praticamente disastrosa, e non sono risparmiati nemmeno i posti riservati ai portatori di handicap.

Molti tacciono, noi invece abbiamo preferito parlarne, perché è giusto che coloro che la società considera ultimi (ammalati, anziani, ecc) possa attraverso la nostra voce trovare in futuro una situazione migliore.

Appuntamento alla prossima settimana,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *